10-condimenti-per-i-ravioli-ricotta-e-spinaci-|-agrodolce

10 condimenti per i ravioli ricotta e spinaci | Agrodolce

I ravioli ricotta e spinaci sono uno dei grandi classici della cucina italiana. È una pasta fresca tradizionale a forma quadrata o tonda le cui origini potrebbero risalire all’Antica Roma. Si può farcire in tanti modi diversi, dalla carne al pesce, fino alla Nutella. Ma è l’unione di due ingredienti semplici come la ricotta e gli spinaci, a volte con l’aggiunta di un pizzico di noce moscata, che ci fa subito pensare ai pranzi spensierati in famiglia, a uno dei comfort food per eccellenza. Scopriamo allora 10 modi per condirli, in modo tale da portare in tavola un piatto diverso ogni giorno.

  1. In bianco. Questo è forse il condimento più diffuso, semplice ed efficace per esaltare la farcitura della pasta ripiena. Si lavano e si asciugano alcune foglie di salvia fresca poi si mettono in una padella ampia con una noce di burro. Dopo qualche minuto, il burro si sarà sciolto e si sarà aromatizzato. Scolate i ravioli e saltateli delicatamente in padella con il condimento. In Tirolo, la salvia viene sostituita con l’erba cipollina quando si tratta degli schlutzkrapfen.
  2. Sugo al pomodoro. Ecco un’altra idea semplicissima ma decisamente gustosa, soprattutto in estate, quando i pomodori sono più succosi e saporiti. Preferite varietà come datterini o San Marzano e sbollentateli in modo da eliminarne la buccia. Altrimenti, usate la passata di pomodoro e non dimenticate di aggiungere a fine cottura qualche foglia di basilico fresco.
  3. Crema di parmigiano. Questa salsa saporita viene di solito usata per condire gli gnocchi, ma nulla ci vieta di versarla sopra a dei golosi ravioli ricotta e spinaci. La crema di parmigiano si può preparare con o senza panna, a seconda del periodo dell’anno o dei propri gusti, e andrà a rafforzare il sapore del formaggio già presente nel ripieno. Ricordate che questa salsa si conserva in frigorifero per due giorni quindi preparatene un po’ di più per condire un altro primo il giorno dopo.
  4. Panna e prosciutto. La crema di parmigiano è una salsa molto usata anche per accompagnare i tortellini emiliani. Ma c’è un altro modo molto sfizioso per gustare questa pasta ripiena, così come i nostri ravioli. Quale? Una volta cotti, saltateli in padella per qualche minuto con panna e prosciutto. Siamo sicuri che anche i più piccoli apprezzeranno e magari dimenticheranno che nel ripieno della pasta ci sono delle verdure, nemiche di tanti bambini.
  5. Salsa alle noci. Ecco un tipico condimento ligure. È nato per accompagnare i tradizionali pansotti, una pasta ripiena di erbette selvatiche oppure borragine e ricotta. Una farcitura vegetariana alla fine non troppo distante da quella dei nostri ravioli, per questo vi consigliamo di usarla. Si può preparare anche mescolando tutti gli ingredienti con il frullatore, ma la tradizione vuole che la vera salsa alle noci sia quella fatta col mortaio.
  6. Pesto. Restiamo in terra ligure e tiriamo fuori un grande classico. Il pesto alla genovese con il suo profumo di basilico fresco, olio extravergine, aglio e formaggio è un ottimo condimento estivo per ogni tipo di pasta, anche quella ripiena. E per portare in tavola il profumo intenso del basilico anche in inverno, potete congelare il pesto in contenitori ermetici oppure conservarlo sottovuoto come si fa per marmellate e confetture.
  7. Crema al formaggio. Non solo Parmigiano. I ravioli possono essere accompagnati da una salsa preparata con altri tipi di formaggio, primo fra tutti il Castelmagno, come abbiamo fatto con i girasoli di pasta con uova, ricotta e spinaci. Se amate i sapori forti c’è però un ingrediente che vi stupirà: il Gorgonzola. Le sue note pungenti ben bilanciano il dolce degli spinaci e della pasta all’uovo, regalandovi un piatto che sarà tutto tranne che scontato.
  8. In brodo. Quando le temperature scendono è sempre piacevole gustare qualcosa di caldo e brodoso. Sia che si tratti di una cena dopo una giornata intensa di lavoro sia che si tratti di un pranzo in famiglia. E per non proporre sempre la stessa minestra, perché non portare in tavola i ravioli in brodo? A seconda dei vostri gusti e del vostro stile di vita potrete servirli con il brodo vegetale, ma anche con il brodo di carne.
  9. Ragù. In Romagna, tradizionalmente i passatelli possono essere gustati in brodo, specie durante le feste, o con il ragù. E allora perché non fare lo stesso con i ravioli ricotta e spinaci? Il loro sapore delicato, la presenza della ricotta e del parmigiano ben si prestano ad accompagnare la carne e potete sbizzarrirvi preparando una ricetta diversa ogni volta: ragù di vitello, ragù di cortile, ragù bianco, ecc. Vi consigliamo solo di evitare tagli dai sapori forti, come la selvaggina, per mantenere il giusto equilibrio.
  10. Crema allo zafferano. Un condimento elegante, raffinato eppure facilissimo da preparare. La crema allo zafferano viene usata in Sardegna per servire i ravioli di ricotta, i tradizionali culurgiones, ed è perfetta anche se nel ripieno ci sono gli spinaci, come nel nostro caso. La ricetta prevede di mescolare un roux con del brodo vegetale caldo in cui far sciogliere lo zafferano, ma potete anche semplicemente usare come base una crema di latte, burro e farina.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *