100-anni-di-impegno-dell'aeronautica-militare-al-servizio-dell'italia.-militari-incontrano-studenti-all'unifg-–-l'immediato

100 anni di impegno dell'Aeronautica Militare al servizio dell'Italia. Militari incontrano studenti all'UniFg – l'Immediato

Si è svolto giovedi, 27 ottobre, alla presenza di un folto pubblico nella prestigiosa Aula Magna del Dipartimento Economia dell’Università di Foggia, il convegno “I sistemi a pilotaggio remoto e i velivoli di V generazione: opportunità e sfide del nuovo presente”, organizzato dall’Associazione Arma Aeronautica – Aviatori d’Italia.

Dedicato in particolare ai numerosi studenti degli istituti superiori della Provincia di Foggia, come ha sottolineato in apertura il Gen. S.A. Fantuzzi, Direttore del Centro Studi Militari Aeronautici (CeSMA), l’evento, il settimo di quindici in altrettante città italiane in vista del centenario dell’Aeronautica Militare che ricorrerà il 28 marzo 2023, ha l’obiettivo di far meglio conoscere alla società civile l’apporto che l’AM ha dato e dà alla difesa nazionale, europea e dei Paesi NATO.

Il gen. Cardinali, Presidente della Sezione Roma 2 “L. Broglio”, ideatrice del progetto, ha ricordato che la scelta di Foggia è stata determinata dal profondo legame che si è sviluppato negli anni tra la città e l’aviazione sin dagli inizi del secolo scorso ed ancor prima della costituzione dell’Arma Azzurra. Ha poi presentato il concorso a premi “Da un secolo in volo verso il futuro” indetto dall’Associazione, nell’ambito dello stesso progetto, destinato ai giovani degli istituti superiori delle città sedi dei convegni.

Dopo gli indirizzi di saluto del Vice Presidente della Regione Puglia Piemontese, della prof.ssa Palmieri per conto del Magnifico Rettore, della Dott.ssa Episcopo, dirigente dell’Ufficio Scolastico Regionale di Foggia, e del Col. Pil. Roberto Massarotto, Comandante del 32° Stormo AM di Amendola, la moderatrice prof.ssa Palmieri del Dipartimento di Lettere dell’Università di Foggia ha dato il via al convegno con il primo intervento dedicato a “La Capitanata e l’Aeronautica Militare: sinergie di ieri e di oggi”. Lo storico de Leo ha rievocato “The Foggia Group”, un gruppo di circa 400 allievi statunitensi comandati da Fiorello La Guardia, di famiglia originaria di Foggia, che nel 1917-18 frequentarono la prima scuola di volo su quello che nel 1921 sarebbe divenuto l’aeroporto di “Gino Lisa”. Poi il docente e ricercatore storico Episcopo ha parlato della storia di Foggia durante la 2 Guerra Mondiale evocando vicende aeronautiche gloriose e tragiche di quel periodo.

È seguito l’intervento del Prof. Petito Quercia dell’università di Bari che con il tema “La Regia Aeronautica: aspetti organizzativi e tecnico-finanziari” ha tracciato un interessante ed originale percorso evolutivo sotto il profilo delle risorse finanziarie della Regia Aeronautica dalla costituzione fino agli anni 50 in cui, all’indomani del secondo conflitto mondiale, il mondo politico italiano si convinse dell’importanza strategica del mezzo aereo e della necessità di finanziare adeguatamente la nuova forza armata.

Il Comandante Massarotto ha tratteggiato un’interessante descrizione dei droni e dei velivoli F-35 in dotazione al 32° Stormo, espressione tecnologica di altissimo livello in grado di esprimere capacità operative che collocano l’Aeronautica Militare tra le più avanzate al mondo.

Interessante riflessione, infine, quella offerta dal Col. Babusci con “Le implicazioni etiche, le prospettive giuridiche e la necessità di una regolamentazione nell’impiego degli APR”, sulla ricerca di necessari equilibri tra diritto internazionale umanitario e impiego dei droni nelle attività di contrasto al terrorismo on in guerra.

La seconda parte del convegno ha visto l’esposizione, nella tavola rotonda “Presente e futuro dell’aerospazio in Capitanata e oltre”, di alcune realtà aeronautiche del territorio, tra cui alcune nicchie di eccellenza come Leonardo e Manta Group ma anche attività minori in via di espansione come la scuola di droni Bradford Flight o il simulatore civile di ultima generazione di Flight Simulator City.

Il convegno è stato anche l’occasione per consegnare in forma ufficiale agli studenti della classe IIID dell’Istituto Comprensivo “Foscolo-Gabelli”, 2^ classificata nel 2020, al concorso “La missione dell’Aeronautica Militare al servizio della collettività”, il premio che la pandemia aveva limitato alla videoconferenza. 

Il gen. Cardinali, al termine degli interventi, ha esortato gli studenti a scegliere la propria strada con consapevolezza ed impegno e contribuire, con le loro giovani energie, al progresso e sviluppo del nostro paese. Il settore aerospaziale, civile o militare, è sicuramente una scommessa vincente.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *