2-giugno,-festa-della-repubblica-e-70-anni-di-regno-di-elisabetta:-ma-perche-dobbiamo-festeggiare-la-monarchia?

2 giugno, festa della Repubblica e 70 anni di regno di Elisabetta: ma perché dobbiamo festeggiare la monarchia?

La polemica

Paolo Liguori — 1 Giugno 2022

2 giugno, festa della Repubblica e 70 anni di regno di Elisabetta: ma perché dobbiamo festeggiare la monarchia?

God save the queen’. Ma a noi chi ci salva dalla regina che da 70 anni è sempre la stessa, immutabile, uguale a sé stessa come la monarchia inglese che rappresenta un feticcio, più che altro una rappresentazione. E adesso c’è il giubileo, dal 2 al 5 giugno, la data è scelta così perché non è l’insediamento e neppure la data di nascita però sono 70 anni di regno. Perché noi dovremmo essere contenti dei suoi 70 anni di regno nel giorno in cui si festeggia la Repubblica? Si festeggia la repubblica il 2 giugno perché l’Italia votò per la repubblica contro la monarchia. Aveva dei re l’Italia che non si erano comportati bene come è successo in tanti altri paesi e se ne sono andati, perché dobbiamo celebrare questa regina che è andata in scontro con quasi tutti i membri perfino della sua famiglia. E poi i paesi dell’impero pian piano se ne sono andati e tutte le volte ho festeggiato perché tutte le volte si trattava di una liberazione.

Però adesso noi che siamo liberi nella Repubblica italiana dobbiamo fare questa farsa della celebrazione dei cappelli della regina. Di quanto siano carini i suoi vestiti pastello. Di quanto sia bello il corteo di Buckingham Palace. Certo, è bello. Ma bello è pure quello dei corazzieri italiani. Tutti i cortei e le sfilate sono belli quando sono organizzati bene. La più poderosa è quella del Cremlino ma anche quella di Pechino: si tratta di paesi a forte componente militarista. Anche la Gran Bretagna e la regina non scherzano.

Dunque questo “Dio salvi la regina” ci può anche piacere. Ci fa forse pensare: anche Dio ha rischiato con la regina? Certo. I suoi avi compirono una scissione nella Chiesa. La motivazione: dare alcune mogli in più ad Enrico VIII. Si possono capire altri scismi, come quello di Lutero, per una concezione della religione diversa. Lì in Gran Bretagna dovevano fare il divorzio, non approvato dal Papa e dalla Chiesa. Fecero una scissione di un’intera Chiesa. E i capi di questa chiesa sono sempre il re e la regina.

Perché dovremmo essere contenti di questi 70 anni di regno inglese? Possiamo avere dei rapporti col governo della Gran Bretagna. In passato li abbiamo avuti. Adesso anche, pochi perché hanno deciso per la Brexit. Qual è la tradizione che lega la Repubblica italiana alla monarchia inglese? Non me lo so spiegare. Gli italiani che guardano a questa cosa come un grande spettacolo di Hollywood fanno bene. Ma se lo guardano credendo anche che quella tradizione sia utile al nostro mondo beh allora sono dei babbei!

Paolo Liguori

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.