agricoltura-sostenibile,-un-modello-tutto-siciliano-–-le-storie-dei-protagonisti-del-food

Agricoltura sostenibile, un modello tutto siciliano – Le storie dei protagonisti del Food

naturosa

Sostenibilità significa soddisfare i bisogni odierni senza andare a compromettere quelli delle prossime generazioni. E quando si parla di sostenibilità ambientale, non si può fare a meno di tenere bene in mente questo diktat.

Lo sanno bene gli oltre trecento produttori agricoli che fanno parte della OP A.Bio.Med, i cui prodotti arrivano sulle nostre tavole attraverso il marchio Naturosa. È una realtà produttiva d’eccellenza della Sicilia orientale ed è proprio qui, in questa terra generosa e baciata dal sole, che ogni specialità viene coltivata direttamente nei rispettivi luoghi d’origine, garantendo un’alta tipicità e genuinità.

Questa organizzazione di produttori ha fatto della sostenibilità ambientale il proprio fiore all’occhiello: assumendo un impegno concreto che mira a ridurre l’impatto ambientale del ciclo produttivo di frutta e ortaggi. Lo fa attraverso l’utilizzo di energie rinnovabili, lo smaltimento controllato degli scarti di lavorazione e degli imballaggi, oltre che con un innovativo sistema di recupero delle acque piovane e tecniche digitali di fertirrigazione.

In particolar modo, il recupero delle acque piovane rappresenta un fiore all’occhiello di Naturosa. Tenendo conto dei cambiamenti climatici, della sempre più frequente siccità e della quantità sempre minor di acqua disponibile sul pianeta, recuperare ogni goccia d’acqua è fondamentale. Così come è importante nel momento in cui la si deve utilizzare: è per questo che Naturosa ha sviluppato dei sistemi di fertirrigazione che consentono di ottimizzare questo processo, aumentando notevolmente l’efficienza dei propri impianti. Sono diversi, inoltre, i progetti di ricerca mirati a dar vita a un sistema produttivo a basso impatto ambientale, migliorando il livello qualitativo e nutraceutico dei vari prodotti.

In natura, «Nulla si crea, nulla si distrugge, tutto si trasforma». Per questo i residui colturali vengono utilizzati nel compostaggio per lo smaltimento sotto forma di fertilizzanti in altri settori agricoli, ma anche per la produzione di pellet a fini energetici.

Come disse Robert Swan, “La più grande minacci al nostro pianeta è la convinzione che lo salverà qualcun altro”. I produttori agricoli di Naturosa, con i fatti, ci dimostrano che basta un po’ di attenzione da parte di tutti per vivere meglio: tutelando la nostra terra, troveremo bellezza ovunque.

Account della redazione del web magazine Foodmakers. Per invio di comunicati stampa o segnalazione eventi scrivere a foodmakersit@gmail.com

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.