al-ristoro-degli-angeli-–-roma

Al Ristoro degli Angeli – Roma

lunedì 7 Giugno 0:01 – di Redazione

Al Ristoro degli Angeli

Via Luigi Orlando, 2 – 00154 Roma

Tel. 06/51436020

Sito Internet: www.ristorodegliangeli.it

Tipologia: tradizionale con spunti creativi

Prezzi: antipasti 8/15€, primi 10/14€, secondi 10/19€, dolci 6/7€

Giorno di chiusura: Domenica


OFFERTA


Ci sono ristoranti in cui non si viene solo per mangiare, ma per vivere un’esperienza originale e appagante sotto tutti i punti di vista. Un esempio è questa osteria nella Garbatella dei lotti, gestita con garbo e competenza da una coppia da una coppia di altri tempi, bravissima a mettere a proprio agio l’avventore coccolandolo con una proposta non banale e al tempo stesso rassicurante. Il menù è snello e, a trovare un difetto, un po’ statico, e proprio per questo abbiamo deciso di far partire la nostra ultima esperienza con una variazione sul tema di un classico del ristorante, l’ottimo tortino di patate e broccoletti alla romana servito a mo’ di piramide, in questo caso affiancato da un’eccellente mozzarella di bufala di Amaseno al posto dell’usuale tomino caldo; buoni pure i gamberi croccanti con zenzero e limone avvolti in pasta kataifi. Per proseguire, imperdibile il piatto simbolo del locale, le fettuccine degli angeli con burro di montagna, parmigiano stravecchio e sesamo tostato a cui abbiamo affiancato i due ravioli del giorno, preferendo quelli ripieni di baccalà mantecato serviti con pomodorini datterini agli altri con farcia di ricotta di bufala, menta e scorza di limone conditi con olio evo, parmigiano e granella di pistacchi, buoni ma con l’agrume primo e ingombrante attore. Di buon livello pure i secondi provati: gli involtini di vitello a saltimbocca con prosciutto e salvia, le piccole polpette vegetali con sugo di pomodoro e gli involtini di melanzane con scamorza e basilico. Degna chiusura con il tortino di cioccolato e mandorle, con il contrasto degli angeli – marron glacé, yogurt e caramello – e, nostra opzione preferita, con il semifreddo agli amaretti, seguiti da un caffè discretamente estratto ma non particolarmente complesso.


AMBIENTE


In un panorama di ristoranti rispondenti a format già visti, qui si respira una cura vera degli arredi, con elementi accostati con grande gusto a adornare le due salette a cui si aggiungono i tavoli ospitati sotto il porticato con vista Teatro Palladium.


SERVIZIO


Garbato e curato, ben cadenzato nei tempi e con quel sorriso che fa la differenza.
Recensione a cura di: Roma de La Pecora Nera – ed. 2020 – www.lapecoranera.net

Commenti

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *