articoli-–-edmo:-la-disinformazione-europea-si-frammenta-e-copre-diverse-tematiche-(report-agosto-2022)

Articoli – Edmo: La disinformazione europea si frammenta e copre diverse tematiche (report agosto 2022)

Questo articolo riassume le principali tendenze della disinformazione identificate a giugno 2022 in Europa dal network di fact-checker e debunker di Edmo. Qui l’elenco delle organizzazioni di fact-checking che hanno fornito i propri dati per la realizzazione del report.

Secondo i dati forniti dai partner Edmo, nel mese di agosto 2022 la quota di notizie false o fuorvianti a tema Covid-19 si è mantenuta relativamente stabile rispetto ai mesi precedenti, assestandosi al 10 per cento, mentre la disinformazione relativa alla guerra in Ucraina ha rappresentato il 12 per cento del totale rilevato, il valore più basso dall’inizio del conflitto. È risultata invece in leggera crescita la disinformazione sul cambiamento climatico, che è passata dal 15 per cento rilevato in luglio al 19 per cento. 

Il panorama della disinformazione si frammenta per coprire diversi temi

Un anno fa, il 40 per cento della disinformazione rilevata dai partner Edmo era legata alla pandemia di Covid-19, mentre a marzo 2022 quasi il 60 per cento della disinformazione aveva come tema la guerra in Ucraina. Oggi, questi due argomenti combinati rappresentano meno di un quarto del totale della disinformazione rilevata a livello europeo.

Secondo l’analisi qualitativa e quantitativa dei dati forniti da 27 organizzazioni di fact-checking, il panorama della disinformazione europea sta progressivamente perdendo uniformità a favore di una generale frammentazione. Così facendo, le notizie false o fuorvianti riescono a coprire tematiche diverse. 

Questo risulta in linea con il tradizionale ciclo delle notizie che, dopo essersi per mesi concentrato quasi esclusivamente sulla pandemia e poi sulla guerra in Ucraina, sta ora differenziando le proprie coperture. 

Le quattro notizie false più diffuse ad agosto

Ad agosto 2022 le quattro notizie false più diffuse nell’Ue, secondo i dati raccolti da Edmo, sono state:

  • Video fuori contesto di un festival in Piemonte, erroneamente associati con le proteste antigovernative degli agricoltori nei Paesi Bassi;
  • La falsa notizia secondo cui gli incendi boschivi sarebbero stati causati intenzionalmente con degli elicotteri;
  • L’errata notizia secondo cui il World economic forum vorrebbe mettere fine alla «dispendiosa proprietà di auto private»;
  • Le (decontestualizzate) mappe relative alle previsioni meteorologiche manipolate per esagerare gli effetti del cambiamento climatico.

Casi nazionali interessanti

Infine, le tre notizie false circolate nei singoli Stati europei ad agosto 2022 che sono risultate particolarmente curiose o interessanti, sono:

  • In Spagna, una legge nazionale richiederà agli uomini di presentare un contratto scritto prima di avere un rapporto sessuale. Si tratta di una bufala.
  • In Ungheria, le scuole si starebbero preparando ad adottare modalità di didattica a distanza per far fronte all’aumento dei prezzi dell’energia. Nulla di vero.
  • L’Unione europea obbligherebbe i cittadini rumeni a mangiare insetti o farina d’insetti. Falso.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.