ATA, colleghi in quarantena. Dirigente può spostare di plesso un collaboratore scolastico?

ata,-colleghi-in-quarantena.-dirigente-puo-spostare-di-plesso-un-collaboratore-scolastico?

Emergenza Coronavirus: a volte è difficile districarsi tra la normativa, a volte si è alla ricerca di una motivazione per alcuni provvedimenti come il caso del collega ATA costretto a prestare servizio per un breve periodo di tempo in plesso diverso rispetto al quale era stato precedentemente assegnato.

Un nostro lettore chiede

Sono un collaboratore scolastico con contratto Covid fino al 12 Giugno , nella scuola dove presto servizio mi è stato chiesto di spostarmi di plesso in quanto nel plesso di destinazione ci sono dei collaboratori in quarantena per contatto diretto con un bambino positivo . Posso rifiutare il trasferimento ?

Nel plesso di destinazione hanno chiuso solo la classe del bambino positivo e la disinfestazione non è stata ancora fatta .

Distinti saluti

di Giovanni Calandrino – Le unità dell’organico “covid” sono destinate alle attività necessarie alla garanzia del diritto allo studio nonché alla sicurezza e all’igiene degli ambienti.  L’organico “covid” per il personale Ata è stato infatti pensato da impiegare proprio per la gestione degli orari scaglionati, degli ingressi e le uscite degli studenti a scuola.

E pur vero che il suddetto organico deve essere assegnato stabilmente durante il loro periodo di servizio previsto dal contratto.

Il nostro lettore ci chiede se per un breve periodo, può essere assegnato su un altro plesso.

Innanzitutto diciamo che il Dirigente Scolastico per comprovate esigenze di servizio può nominare i supplenti CS sin dal primo giorno d’assenza, nell’attesa delle nomine il nostro lettore può essere assegnato temporaneamente nella nuova sede, ma ribadisco che il cambio di sede deve essere per il periodo strettamente necessario per rimediare all’emergenza in atto.

Leggi anche

Personale ATA: meno classi in presenza, collaboratore scolastico pulisce anche le classi del collega assente?

Chiedilo a Lalla

Invia il tuo quesito a [email protected]


Le domande e le risposte saranno rese pubbliche, non si accettano richieste di anonimato o di consulenza
privata.