belle-arti-“pietro-vannucci”,-gli-accademici-di-merito-e-d’onore-che-entrano-nel-2022

Belle Arti “Pietro Vannucci”, gli Accademici di merito e d’onore che entrano nel 2022

rbt

Una cerimonia interamente dedicata ai nuovi Accademici di Merito e d’Onore, intramezzata da un approfondimento rivolto a dare risalto al fermento didattico e culturale dell’Accademia di Belle Arti “Pietro Vannucci” di Perugia. Il tradizionale appuntamento dell’antica istituzione per la consegna dei diplomi si è svolto con un evento organizzato nell’Aula Magna dell’Ercole Farnese, alla presenza di un caloroso pubblico. 

La cerimonia si è aperta con i saluti istituzionali dell’avvocato Mario Rampini e del prof. Emidio De Albentiis, rispettivamente presidente e direttore dell’Accademia, di Leonardo Varasano, assessore alla Cultura del Comune di Perugia, Erika Borghesi, Consigliera Provincia di Perugia. È proseguita con una relazione del direttore e di alcuni docenti dell’Accademia dal titolo “Un anniversario canoviano, un progetto riscoperto e attività di eccellenza dell’Accademia”.

Un alternarsi di contributi che hanno fatto emergere una selezione di progetti portati avanti a vario titolo e concretizzatisi nell’ultimo anno. Un insieme di iniziative che hanno fatto conquistare ottimi riconoscimenti e grande visibilità alla “Vannucci”. Con l’occasione, il saluto di commiato di De Albentiis, che andando in pensione lascia le redini al nuovo direttore, Tiziana D’Acchille, che entrerà nel pieno delle sue funzioni dal prossimo primo novembre.

L’eccezionalità: tra quelle statali, la “Vannucci” conserverà il Corpo Accademico. Vista l’importanza, non solo storica, la tradizione delle nomine degli Accademici di Merito e d’Onore rappresenterà una continuità tra il prima e dopo la statizzazione dell’Accademia. “Nelle Accademie statali – spiega Mario Rampini – il Corpo Accademico non è previsto come organismo, tuttavia, in sede di redazione del nuovo statuto, i ministeri competenti hanno accolto la nostra tesi sulla opportunità di mantenerlo in vita, date le sue funzioni consultive, in quanto meritevole di un riconoscimento storico, perché ne hanno fatto parte personaggi di grande importanza”.

I nuovi Accademici. Si è poi proceduto a consegnare i diplomi ai nuovi eletti all’unanimità dal Corpo Accademico, in occasione dell’ultima assemblea. Personaggi scelti fra coloro che si sono distinti nelle diverse espressioni artistiche o nel campo della cultura e della scienza ma anche che si sono resi benemeriti nei confronti dell’Accademica. L’elenco dell’antica istituzione, si amplia con 12 nuovi Accademici di Merito e con 14 d’Onore.

Accademici di Merito: Oreste Baldini (artista-doppiatore), Marco Fagioli (designer), Paolo Ficola (fotografo), Paolo Ballerani (artista), Angelo Buonumori (art director), Carlo Dell’Amico (artista), Elisabetta Furin (designer), Fabrizio Milesi (designer), Angela Occhipinti (artista), Andrea Rovatti (fotografo), Vittorio Storaro (fotografo), Enzo Eric Toccaceli (fotografo). Accademici d’Onore: Chiara Basta (storica dell’arte), Monica Bellucci (attrice), Claudia Bottini (storica dell’arte), Michele Bilancia (architetto), Giovanna Cassese (storica dell’arte), Cristina Colaiacovo (ingegnere), Amilcare Conti (Curia arcivescovile di Perugia), Giovanni Luca Delogu (storico dell’arte), Lorenzo Fiorucci (critico d’arte), Maria Luisa Martella (dirigente pubblica amministrazione), Maurizio Oliviero (docente universitario), Stefania Petrillo (storica dell’arte), Davide Silvioli (critico d’arte), Marco Tonelli (storico dell’arte).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *