biblioteca-comunale-“luigi-fumi”-di-orvieto-riapre-da-lunedi-24-maggio-per-studio-e-consultazione

Biblioteca comunale “Luigi Fumi” di Orvieto riapre da lunedì 24 maggio per studio e consultazione

ORVIETO – Dopo la chiusura imposta dalle disposizioni per il contenimento del Covid-19, la Biblioteca comunale “Luigi Fumi” di Orvieto riaprirà per lo studio e la consultazione a partire da lunedì 24 maggio 2021 con il consueto orario: lunedì, martedì 8:30-13, mercoledì 15-18, giovedì 8:30-13 e 15-18, venerdì 8:30-13.

Per il momento resterà chiusa, invece, la Biblioteca Ragazzi con la possibilità comunque di prendere in prestito i libri per i bambini. “Anche durante il periodo di chiusura al pubblico per lo studio e la consultazione – spiegano dalla Biblioteca – l’attività non si è mai fermata e tutti gli altri servizi sono stati sempre attivi su appuntamento. Da dicembre 2020 al 20 maggio 2021 sono state 443 le presenze totali, 1384 i prestiti totali tra registrazioni e restituzioni, 183 le richieste di prestito interbibliotecare in entrata e in uscita. Questo servizio in particolare – proseguono – ha permesso agli studenti sotto esame o che si dovevano laureare di avere i testi senza recarsi nelle biblioteche universitarie che erano inaccessibili o chiuse causa Covid. Inoltre, sono state sempre garantite le informazioni bibliografiche, le richieste da parte dei nostri utenti e da parte di utenti di altre biblioteche di invio scansioni e fotocopie vista l’impossibilità di consultare in sede i testi, oltre che l’iscrizione alla biblioteca e al servizio MLOL, il prestito digitale”. Da giugno, inoltre, entreranno in servizio i sei volontari selezionati nell’ambito del bando per il Servizio civile universale. Il progetto presentato dal Comune di Orvieto, e nel quale saranno impiegati i volontari, ha lo scopo di incrementare e migliorare la fruibilità del patrimonio della biblioteca, l’accesso ai servizi nonché valorizzare e incrementare le attività di promozione e le competenze digitali.

Per garantire l’accesso in sicurezza degli utenti alla biblioteca, sono state confermate le modalità di ingresso già sperimentate nella riapertura al pubblico avvenuta lo scorso anno dopo il lockdown.  Si potrà accedere obbligatoriamente solo muniti di mascherina, si dovranno sanificare la mani all’ingresso e si dovrà rispettare la distanza minima di sicurezza di 1,5 metri.

L’ingresso per lo studio sarà contingentato e regolamentato dal personale della biblioteca. Alle postazioni potranno accedere fino a un massimo di 30 persone previa accettazione di entrata e di uscita alla reception.

Le operazioni al bancone, come prestiti, restituzioni e iscrizione ai servizi, saranno consentite fino a un massimo di 10 persone sui due piani, ogni 30 minuti, sempre previa accettazione di entrata e di uscita alla reception.

Gli utenti non potranno circolare liberamente all’interno della struttura, in modo tale da evitare di toccare scaffali e libri, ma si dovranno rivolgere al personale di servizio.  I testi presi per la sola consultazione dovranno essere lasciati sui tavoli per la sanificazione. L’uso del giardino è libero ma anche all’esterno andranno rispettate le prescrizioni sull’uso della mascherina e del mantenimento della distanza interpersonale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *