“birra-gratis-ai-clienti-che-ci-portano-le-loro-bollette”

“Birra gratis ai clienti che ci portano le loro bollette”

Due fratelli, titolari di un’attività ristorativa, hanno lanciato una proposta dal gusto molto provocatorio.

Che se ne parli bene o che se ne parli male, l’importante è che se ne parli.  E stanno facendo molto parlare di sé i due fratelli Nicola e Alfonso Ferraioli grazie alla loro proposta : “Birra gratis a chi  porta le bollette rincarate”.

La proposta ha il chiaro gusto di una provocazione. Provocazione non tanto nei confronti degli avventori del locale che – un po come tutti – lamentano il caro vita e l’aumento delle bollette. No, i fratelli Ferraioli con bonarietà e ironia, attaccano i loro colleghi che hanno aumentato i prezzi per compensare l’aumento della bolletta dell’energia e del gas. I due giovani hanno spiegato: “Potremmo fare come gli altri: pubblicare i rincari subiti in meno di un mese dall’apertura del nostro locale per le utenze e rincorrere la facile polemica mediatica. Invece no. Sappiamo che il problema è comune tanto ai ristoratori quanto alle famiglie, agli operai, ai professionisti, ai disoccupati, ai pensionati e alle casalinghe...” I due fratelli sono ideatori e titolari del concept no-gourmet “Targato NA”, nel capoluogo campano. I due ristoratori – giovani ma con le idee molto chiare – specificano che, dal loro punto di vista, l’unica soluzione per uscire da questa impasse è fare squadra, aiutarsi gli uni con gli altri e, dunque, non fare pesare gli aumenti sui clienti anch’essi vittime dei rincari. Anche perché un ristoratore può aumentare i prezzi ma un lavoratore dipendente cosa può fare? La partita si giocherebbe ad armi impari, sotto questo punto di vista.

La questione è partita circa un mese fa quando il titolare di una pizzeria in provincia di Cremona ha affisso in vetrina la bolletta dell’elettricità. Da lì in tanti hanno seguito l’esempio. Ma i due ristoratori partenopei – che hanno aperto la loro paninoteca nel quartiere Vomero di Napoli – sono di tutt’altro avviso: “Non sarà facendo sfoggio di bollette e facendo a gara su chi ha subito il danno maggiore  che usciremo da questa situazione… abbiamo deciso di metterci  dalla parte del nostro cliente, che stretto nella morsa dei rincari decide comunque di accordarci la sua fiducia anche per una spesa marginale come un panino a casa o nel nostro locale. Per questo abbiamo pensato di offrire per tutto settembre uno dei nostri calici di birra artigianale 0,25 al tavolo di chi, portando una bolletta di luce o gas dello scorso anno e la stessa dell’anno in corso, abbia pagato almeno il 50% in più”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *