castelnuovo-torna-a-chiedere-interventi:-nuovo-appello-al-sindaco

Castelnuovo torna a chiedere interventi: nuovo appello al sindaco

La prima cittadina Stefania Proietti interpellata anche in qualità di presidente della Provincia

21 Settembre 2022 Cronaca 194

Castelnuovo torna a chiedere interventi: nuovo appello al sindaco

I cittadini di Castelnuovo di Assisi tornano a farsi sentire e aspettano risposte dal sindaco Stefania Proietti – anche in qualità di presidente della Provincia – e dalle sue giunte. I firmatari delle istanze – alle istituzioni sono state recapitate oltre 200 firme – chiedono in particolare certezze sulla riqualificazione della SP 410 e pista pedo/ciclabile; costituzione di una linea di trasporto pubblico; installazione di un autovelox fisso sulla SP410; riapertura dell’ufficio postale almeno in 3 mattine a settimana.

“Siamo in attesa di avere informazioni sullo stato dell’arte delle istanze sopraelencate – aggiungono i cittadini – quantomeno sapere se sono state prese almeno in considerazione o sono state disattese e messe nel dimenticatoio”. Nello specifico i cittadini chiedevano linea di trasporto pubblico che colleghi Castelnuovo a Santa Maria degli Angeli e ad altri luoghi utili, come il palazzetto della Salute di Bastia Umbra, l’ospedale e la stazione ferroviaria e la riqualificazione, ancora sulla carta, della strada provinciale 410 che includa anche un marciapiede o pista ciclabile nel tratto che va fino al cimitero vecchio di Maria degli Angeli. Il tratto servirà a rendere possibile un collegamento pedonale e ciclabile, altrimenti molto rischioso per la pericolosità della strada.

“A fronte delle tasse pagate – concludeva la petizione – dovrebbero esserci forniti almeno i servizi di base, e invece a Castelnuovo l’ufficio postale sta scomparendo, il Catechismo non viene più insegnato, non c’è un bancomat, non c’è una farmacia.. etc..). Dipendiamo da Santa Maria degli Angeli, ma non abbiamo una strada idonea ad una mobilità sicura per le auto e rischioso per i pedoni ed i ciclisti a percorrerla”.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.