chi-era-alberto-balocco,-l’imprenditore-dei-panettoni-morto-colpito-da-un-fulmine-–-il-riformista

Chi era Alberto Balocco, l’imprenditore dei panettoni morto colpito da un fulmine – Il Riformista

L’industriale scomparso a 56 anni

Redazione — 26 Agosto 2022

Chi era Alberto Balocco, l’imprenditore dei panettoni morto colpito da un fulmine

Marito, padre, imprenditore e amante degli sport. Era questo e tanto altro Alberto Balocco, proprietario e amministratore delegato della nota azienda dolciaria di famiglia, fondata dal nonno nel 1927, morto nel pomeriggio odierno in Val Chisone assieme all’amico Davide Vigo, entrambi colpiti da un fulmine mentre erano in mountain bike.  

Di Fossano, in provincia di Cuneo, il 56enne Alberto Balocco aveva preso le redini dell’azienda dolciaria di famiglia negli anni Novanta. Partendo dai noti panettoni, la Balocco era diventata negli anni un’azienda dolciaria conosciuta in tutto il mondo anche per altri prodotti: dai biscotti ai prodotti da forno o pasquali.

La fortuna della Balocco si deve al nonno Francesco Antonio Balocco, che fondò l’azienda come una semplice pasticceria nel 1927 a Fossano, di fronte al Castello degli Acaia. Quindi il passaggio in mano ad Aldo Balocco, padre di Alberto, morto a inizio luglio di quest’anno, che trasforma il laboratorio in una vera e propria impresa nel 1948. La piccola pasticceria diventa uno stabilimento industriale, dai 30 dipendenti si arriva fino a 550.

Ma è Alberto, assieme alla sorella Alessandra, a trasforma definitivamente l’azienda di famiglia. Come racconta il Corriere della Sera, con la loro guida i profitti e la crescita salgono costantemente, il fatturato raggiunge i 200 milioni di euro nel 2021 e l’azienda punta sempre di più sul mercato estero, tanto da diventare un modello imprenditoriale in Italia.

Ed è sempre Alberto a volere i noti spot tv, quelli che vedono protagonista il “signor Balocco”. Nell’azienda entreranno anche i tre figli di Alberto, (Diletta, Matteo e Gabriele), sposato con Susy, mentre il marchio si espande conquistando ben 67 Paesi. 

Oggi la morte prematura dell’imprenditore, appassionato di sport come la barca a vela, lo sci, il windsurf. A individuare il corpo senza vita di Balocco e dell’amico Davide Vigo è stato un automobilista di passaggio.

Siamo sconvolti – commenta il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirioda questa tragedia improvvisa che colpisce un amico, un imprenditore simbolo della nostra terra, che ha portato il Piemonte nelle case di tutto il mondo. Ci stringiamo in un fortissimo abbraccio alla sua famiglia e a tutti i suoi cari”.

Redazione

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.