comunicazione-utenze-non-domestiche-entro-il-31-maggio-2021

Comunicazione utenze non domestiche entro il 31 maggio 2021

Con l’approvazione del decreto sostegni, viene ufficializzata la nuova definizione di rifiuti urbani, facendo decadere la famosa classificazione di rifiuti “assimilati agli urbani”. Lo ricorda l’Ufficio Ambiente di Cogesta.

Le utenze non domestiche hanno la possibilità, secondo l’articolo 198 comma 2-bis del TUA, di conferire al di fuori del servizio pubblico i propri rifiuti urbani previa dimostrazione di averli avviati al recupero mediante attestazione rilasciata dal soggetto che effettua l’attività di recupero dei rifiuti stessi.

La scelta può essere comunicata al comune o al gestore del servizio pubblico, entro il 30 giugno di ogni anno, con effetto dal 1 gennaio dell’anno successivo. Solo per l’anno 2021 questa comunicazione va eseguita entro il 31 maggio. Questa possibilità è data solo ad alcune attività ( allegato L-quater al Dlgs. 116/2020) che possono operare la scelta sulle tipologie di rifiuti riportate nell’allegato L-quinques dello stesso decreto).

Purtroppo, come spesso accade, c’è estrema confusione, su cosa possa comportare o meno la decisione di uscire o rimanere all’interno del servizio pubblico, soprattutto in termini di costi da affrontare per ricalcoli della TARI, eliminazione della parte variabile di quest’ultima, o comunque per il costo di gestione dei rifiuti urbani da parte di operatori privati. Comuni e servizio pubblico interpellati, nutrono forti perplessità sulle modalità e sui tempi strettissimi, entro i quali si dovrebbe effettuare questa scelta, oltretutto senza possibilità di sapere quali possano essere vantaggi o svantaggi.

Ciò nonostante, queste scadenze sembrerebbero improrogabili, quindi le imprese che valuteranno l’ipotesi di uscire dal servizio pubblico, dovranno procedere con questa comunicazione, mentre non è esplicitamente indicato che lo debbano fare le imprese che intendono proseguire con il servizio pubblico. La speranza è che ci sia un cambio di rotta, una proroga e una modifica normativa volta a fare maggiore chiarezza su tutta la linea.

L’Ufficio Ambiente di Cogesta è a disposizione per tutte le informazioni e perplessità

Via delle Acacie, 12 (Orvieto)

0763305862

cogesta.orvieto@tiscali.it

www.cogestaorvieto.com

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *