concorso-ordinario,-i-docenti-della-b019-attendono-riscontro-sui-quesiti-ambigui.-lettera-–-orizzonte-scuola-notizie

Concorso ordinario, i docenti della B019 attendono riscontro sui quesiti ambigui. Lettera – Orizzonte Scuola Notizie

Inviata da Anna Lisa Lo Sapio – Chiar.mo Ministro dell’Istruzione e del Merito, Prof. Giuseppe Valditara, Chi scrive lo fa per conto di un gruppo di docenti iscritti nelle GPS di varie province dislocate in Italia per la classe di concorso B019 Accoglienza Turistica.

Cogliamo innanzitutto l’occasione per complimentarci con Lei per questo ruolo di prestigio così autorevole e a capo di un Ministero così importante. Confidiamo in Lei e in risultati illustri.

Tutti noi abbiamo partecipato alla prova ordinaria per la nostra classe di concorso tenutasi lo scorso 11 Aprile e tutti noi ci siamo sentiti umiliati di fronte ai risultati ottenuti e al cospetto di risposte che il Ministro ha ritenuto corrette, nonostante si sia privata la conoscenza della materia stessa.

I risultati che si sono palesati ai nostri occhi ci hanno mortificati e avviliti, anche perché molti di noi hanno affrontato viaggi e spese extra per recarsi nelle più disparate parti d’Italia, per poi vedersi vanificare davanti agli occhi anche la speranza di un concorso statale che dovrebbe essere già di per sé positivo e corretto, mentre invece si è dimostrato solo scarso ed inefficace a valutare i migliori docenti.

La prova che ci siamo visti recapitare recava alcune domande poste con una certa ambiguità, con altrettante risposte ambigue, indegne di un concorso pubblico integerrimo, specie dopo la lunga attesa dovuta al Covid.

Abbiamo già posto la questione all’ex ministro suo predecessore, il prof. Bianchi, ma non abbiamo ricevuto nessuna risposta e siamo ancora qua a chiedere giustizia per un diritto violato.

Mentre molti punteggi relativi ad altre classi di concorso sono già stati rettificati, noi della B019, nonostante i già molti appelli fatti e le comunicazioni inviate, anche dal valore legale, poste dinanzi al Miur per sollevare la questione, siamo ancora in attesa di riscontro.

Chiediamo di essere ascoltati e di veder tutelati i nostri diritti, in un momento storico importante e per una professione in cui crediamo e nella quale abbiamo investito.

Certi di essere ascoltati,

La ringraziamo per l’attenzione e le auguriamo buon lavoro.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *