concorso-scuola,-idonei-infanzia-e-primaria-entrano-nelle-graduatorie-di-merito.-politica-e-sindacati-in-pressing-per-inserire-anche-quelli-della-secondaria

Concorso scuola, idonei infanzia e primaria entrano nelle graduatorie di merito. Politica e sindacati in pressing per inserire anche quelli della secondaria

È diventato legge dello Stato il decreto legge n.21 del 21 marzo 2022. All’interno del provvedimento anche norme per la scuola. La più importante riguarda il riconoscimento del diritto dei docenti idonei del concorso infanzia e primaria a entrare nelle graduatorie di merito.

L’emendamento approvato nel testo finale del provvedimento prevede che i candidati idonei siano inseriti nelle graduatorie di merito dei concorsi, ovviamente in coda ai candidati che risulteranno vincitori.

Articolo n.36

  • comma 2-bis. Ai docenti della scuola dell’infanzia e della scuola primaria si applica il regime previsto dall’articolo 13, comma 5, del decreto legislativo 13 aprile 2017, n. 59″. Questo significa che in caso di superamento del test finale e della valutazione finale positiva del periodo di prova, il docente è cancellato da ogni altra graduatoria di merito, di istituto o a esaurimento, nella quale sia iscritto ed è confermato in ruolo presso la stessa istituzione scolastica ove ha svolto il periodo di prova. Il docente è tenuto a rimanere nella medesima scuola, nel medesimo tipo di posto e classe di concorso, per non meno di tre anni, compreso il periodo di prova. Fanno eccezione i casi di sovrannumero o esubero oppure di applicazione dell’articolo 33, commi 5 o 6, della legge 5 febbraio 1992, n. 104, limitatamente a fatti sopravvenuti successivamente al termine di presentazione delle istanze per il relativo concorso. Il docente può presentare, in ogni caso, domanda di assegnazione provvisoria e utilizzazione nell’ambito della provincia di appartenenza e può accettare il conferimento di supplenza per l’intero anno scolastico per altra tipologia o classe di concorso per le quali abbia titolo.
  • comma 2-ter. Le graduatorie di merito del concorso ordinario della scuola primaria e dell’infanzia 2020 (DD n. 498 del 21 aprile 2020) sono

Chi sono gli idonei

Per “idonei” si intende i candidati che hanno partecipato al concorso ordinario di cui al DD n. 498 del 21 aprile 2020 per infanzia e primaria ma che, in base al punteggio derivante da prove + titoli, non si collocano nel numero dei posti a bando.

Secondo il bando l’immissione in ruolo spetta solo a chi si colloca nella graduatoria di merito, non prevedendo scorrimento per eventuali rinunce e costringendo chi ha già superato un concorso a concorrere per il successivo pur avendo superato tutte le prove.

Adesso il Ministero dell’Istruzione dovrà dare attuazione alla modifica, integrando l’attuale bando e precisando la portata di quanto è stato introdotto. In arrivo, dunque, un decreto ministeriale in merito.

Analogo provvedimento anche per la secondaria?

Politica e sindacati, adesso, sono in pressing per realizzare un analogo provvedimento anche per gli idonei al concorso scuola secondaria.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.