“devono-chiuderlo”-in-centro-citta-e-il-caos-per-la-chiusura-del-supermercato

“Devono Chiuderlo” In centro città è il caos per la chiusura del supermercato

Crescente disagio nel cuore della città in seguito ai primi controlli svoltisi, nelle ultime ore, nel rinomato supermercato. La chiusura. 

A seguito di una serie di mirati controlli svolti dalle autorità locali nel centro città aumentano di ora in ora i disagi causati dall’indetta chiusura di un noto supermercato. La richiesta di effettuare delle indagini sul campo è stata sollevata da alcuni cittadini che avevano notato già in precedenza diverse anomalie all’interno dei locali quotidianamente frequentati.

caos centro città chiusura supermercato
Polizia Municipale (Ansa Foto)

Le irregolarità sarebbero iniziate ad essere segnalate già negli anni passati. In primis dagli abitanti del posto. E, più recentemente, anche da terzi. Dopo le numerose segnalazioni susseguitesi nel tempo le autorità hanno infine scelto di intervenire. Ritrovando all’interno dello store più di una ragione per effettuare la sua chiusura in maniera definitiva.

“Devono Chiuderlo” In centro città è il caos per la chiusura del supermercato

caos centro città chiusura supermercato
Polizia Municipale (Ansa Foto)

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> “Un dolore atroce” Selvaggia Lucarelli l’addio inatteso: travolta dai messaggi di sostegno

Si tratta di un Mini Market situato nel cuore della città di Modena. Il primo controllo della Polizia locale nel piccolo store è avvenuto nell’estate del 2020. A stretta vicinanza con lo scoppio della pandemia.

Un secondo è avvenuto più recentemente nel 2021. Durante il quale le indagini delle autorità avrebbero già dimostrato la veridicità delle testimonianze tutt’oggi in continuo aumento dei cittadini.

La questione, riguardante le abitudini dei proprietari all’interno del market situato in Viale Gramsci, all’altezza del numero civico 231, fu inizialmente basata sul mancato rispetto delle norme di sicurezza anti Covid-19. E più avanti sulle basilari norme d’igiene.

Queste premesse avrebbero fatto sì che i sospetti del Comune in questione si acuissero maggiormente. I responsabili della gestione comunale hanno pertanto iniziato a prendere in considerazione di addebitare le prime sanzioni pecuniarie. Ma, nonostante ciò, i disagi sarebbero continuati a presentarsi sotto gli occhi dei residenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE >>> Raoul Bova e Rocio in crisi? Il lieto evento che scaccia via tutte le voci: “Nascerà…”

L’ultimo intervento è stato invece preso in carico in queste ore. Da parte degli esponenti di Fratelli d’Italia della città di Modena. I quali avrebbero richiesto stavolta in direttissima la chiusura del locale.

SONDAGGIO CARO PREZZI, IL VIDEO

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.