dipendente-comunale-licenziata,-la-corte-di-appello-conferma-la-legittimita-del-provvedimento-comunale

Dipendente comunale licenziata, la Corte di Appello conferma la legittimità del provvedimento comunale

Una nuova decisione dei giudici conferma la piena legittimità dell’operato dell’amministrazione comunale di Assisi in merito a una vicenda processuale che si trascina da tempo e su diversi piani. Ne dà notizia l’amministrazione comunale. Il caso riguarda la dipendente che era stata licenziata per gravissime irregolarità commesse nella registrazione dei propri orari di uscita dal lavoro.

Dopo la sentenza della Corte di Cassazione che rinviava la trattazione del fascicolo davanti alla Corte d’Appello di Perugia, i giudici di secondo grado della Sezione Lavoro hanno confermato, “per l’ennesima volta”, dice il Comune, la piena legittimità delle azioni adottate dall’amministrazione comunale. Il Collegio giudicante, in diversa composizione rispetto a quello che si era già a suo tempo pronunciato conformemente in merito ai profili del licenziamento, ha così messo sotto la lente di ingrandimento anche l’organizzazione degli uffici e dei servizi del Comune di Assisi, come richiesto dalla Corte di Cassazione.
Ebbene, anche in questa sede il Comune di Assisi, ancora una volta difeso dagli avvocati Fabrizio Domenico Mastrangeli e Francesco Niccolini come nelle precedenti fasi e gradi di giudizio, ha visto confermare la piena legittimità del proprio operato e la ex dipendente, la cui responsabilità era già stata definitivamente accertata dalla Corte dei Conti Sezione Giurisdizionale per l’Umbria, è stata anche condannata al pagamento della gran parte delle spese legali dell’intero giudizio.

L’articolo Dipendente comunale licenziata, la Corte di Appello conferma la legittimità del provvedimento comunale proviene da Assisi News.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.