elena-santarelli:-il-tumore-del-figlio,-le-cure-e-la-guarigione.-“mi-chiamano-mamma-coraggio”

Elena Santarelli: il tumore del figlio, le cure e la guarigione. “Mi chiamano mamma coraggio”

L’incubo è finito per Elena Santarelli: suo figlio ha sconfitto il tumore. La showgirl ha raccontato il calvario che la sua famiglia ha dovuto passare. Ma con il ricordo di chi non ce l’ha fatta Elena convive e combatte ancora oggi.

Elena Santarelli figlio

La sofferenza di Elena Santarelli è stata tanta da quel lontano 2017, quando al figlio Giacomo è stato diagnosticato un tumore cerebrale. Tanto da arrivare ad avere un esaurimento. Fortunatamente il peggio è passato e tutta la vicenda è ormai alle spalle, ma Elena non riesce a dimenticare tutte le famiglie conosciute in ospedale che non hanno avuto la loro stessa sorte. Ecco che cosa ha detto.

È passato un anno e mezzo tra la diagnosi di tumore cerebrale del figlio Giacomo – arrivata dopo un improvviso svenimento del piccolo a fine 2017, e la sua totale guarigione nel maggio del 2019. Un anno e mezzo ricco di dolore e preoccupazioni, ma anche di nuove conoscenze. Sono state tante infatti le famiglie che Elena Santarelli ha conosciuto in ospedale insieme al piccolo Giacomo, che all’epoca aveva solo 8 anni. Proprio a loro va l’affettuoso omaggio di Elena che ancora oggi le vuole ricordare ed esprimergli tutta la propria vicinanza.

Spesso mi chiamano mamma coraggio“, aveva detto a Silvia Toffanin, ospite a Verissimo. “Qualsiasi mamma farebbe quello che ho fatto io. Io sono solo una persona nota. Ci sono delle madri che non basterebbero sei puntate di Verissimo per raccontare quello che fanno, nonostante tutto“. Proprio a loro è rivolto tutto il suo affetto: “Voglio mostrare la mia vicinanza a chi non ha vinto questa battaglia. Tantissime famiglie non vedono la luce in fondo a quel tunnel. Io non sono nessuno in confronto a loro“, aveva detto commossa.

Elena Santarelli, le immagini indimenticabili dall’ospedale

Le immagini dalla terapia intensiva dell’ospedale con i pazienti, ancora bambini, intubati, hanno lasciato il segno nella memoria di Elena. “Il momento più duro è stato l’ingresso in terapia intensiva. Adesso è normale vedere le persone intubate. Io ho visto mio figlio, è un trauma tosto da metabolizzare“, ha raccontato. Ma a sconvolgerla in particolare è stato vedere i bambini nelle camere mortuarie. “Non è facile se hai conosciuto quei bambini pieni di vita, non è facile dire una parola di conforto ai genitori. Non esistono parole di conforto, solo abbracci. Sono momenti che ho nella testa, non li voglio cancellare, ma ogni tanto ci combatto, continuo a conviverci“.

Un periodo nero per Elena, che nel 2019 è culminato con un suo esaurimento nervoso: andava in terapia dalla psicologa insieme a Giacomo. A starle accanto è stato Bernardo Corradi, suo marito dal 2014 e padre dei suoi due figli. “Un uomo meraviglioso, mi lusinga come madre, moglie, amica“, ha detto la showgirl di lui.

Fortunatamente per loro, ad Elena e al marito nella sfortuna è andata bene. Perché grazie ai cicli di chemioterapia il loro piccolo Giacomo è riuscito a guarire. Quando la Santarelli ha ricevuto la notizia quasi non riusciva a crederci. Era in auto ed ha inchiodato in tangenziale, pensando di star sognando. Poi, la realizzazione che tutto era vero, e così sono partite le chiamate ad amici e parenti.

Quando ho detto a Giacomo che aveva finito le cure mi ha detto: stai scherzando? Lui è cresciuto tantissimo“, spiega Elena, orgogliosa di quello che oggi Giacomo è diventato: un dodicenne molto forte e sensibile, bravissimo con la sua sorellina minore Greta, di 5 anni.

Leggi anche -> Elena Santarelli: “L’avete offesa e denigrata, ora chiedete perdono a Nadia Toffa”

Leggi anche -> La piccola muore ed Elena Santarelli non si dà pace

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *