enrico-letta-in-arrivo-a-foggia,-sul-palco-con-lui-i-candidati-locali-al-parlamento.-“puntiamo-ad-alta-percentuale”-–-l'immediato

Enrico Letta in arrivo a Foggia, sul palco con lui i candidati locali al Parlamento. “Puntiamo ad alta percentuale” – l'Immediato

“Il segretario nazionale del Partito Democratico Enrico Letta sarà a Foggia domenica 11 settembre per un comizio. L’evento si svolgerà nell’isola pedonale, all’altezza di piazza Giordano, a partire dalle 19.30″. Lo riporta una nota del Pd.

“Insieme a Letta saranno sul palco i candidati del Partito Democratico alla Camera e al Senato nei collegi della provincia di Foggia e della provincia di Barletta, Andria e Trani, Raffaele Piemontese, Teresa Cicolella e Valentina Lucianetti, e il capolista in Puglia per il Senato Francesco Boccia“.

“Siamo felici e onorati di accogliere il nostro segretario nazionale nella città di Foggia”, affermano Lia Azzarone, segretario provinciale del Pd, e Davide Emanuele, segretario del Circolo cittadino. “Il nostro obiettivo è ottenere la più alta percentuale di voto a livello provinciale com’è già avvenuto due anni fa in occasione delle elezioni regionali. Per ottenerlo sappiamo di poter contare sulla diffusa rete di militanti appassionati e amministratori capaci come sulla qualità, la competenza e la concretezza dei nostri candidati nei collegi uninominali e plurinominali. Tutto ciò che è stato fatto per Foggia e la Capitanata proprio dalla Regione Puglia particolarmente negli ultimi 7 anni è la riprova della volontà di promuovere e realizzare politiche di sviluppo e per il lavoro, di cura e sostegno sociale, di sostenibilità ambientale, di inclusione dei territori prima emarginati”.

E ancora: “Al contrario, proprio nel capoluogo, il centrodestra ha dato la peggior prova di se stesso disamministrando la città e affidandola alle mani di chi ha determinato lo scioglimento del Consiglio comunale per infiltrazioni mafiose. Ai cittadini di Foggia e della Capitanata chiediamo di confrontare tra loro due modelli politici e di governo totalmente diversi – concludono Azzarone e Emanuele – e di scegliere il voto più utile per la propria comunità”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.