erba-alta-ospedale-foligno,-da-un-semplice-post-scatta-la-querela

Erba alta ospedale Foligno, da un semplice post scatta la querela

Foligno alla V edizione di GustaPorto a Civitanova Marche

Erba alta ospedale Foligno, da un semplice post scatta la querela, sindaco diffamato

Il sindaco di Foligno, Stefano Zuccarini, è stato diffamato in un post su Facebook e lui reagisce con una querela. Il tutto nasce qualche giorno fa quando una utente ha pubblicato una foto dove si vedeva eccessiva vegetazione nella parte posteriore dell’ospedale di Foligno. In questo post sono partiti una serie di commenti. Uno di questi, dal contenuto diffamatorio, pieno di insulti rivolti al sindaco di Foligno, come se la colpa dell’erba alta fosse la sua. Brutte parolacce nei suoi confronti che a nessuno piace ricevere, figuriamoci a un Primo cittadino. Ma la pulizia e il taglio dell’erba non compete all’amministrazione di Foligno. “Ieri la diffamazione, oggi la verità su chi doveva provvedere”, commenta così Stefano Zuccarini, annunciato l’intenzione di querelare l’autrice del ‘cattivo’ commento. “Pur di diffamare – dice il sindaco – inventando responsabilità in mancate manutenzioni che invece spettano al direttore ospedale”.

E proprio il direttore dell’ospedale è intervenuto con una nota stampa spiegando l’accaduto e le cause del ritardo. “La cura della parte esterna dell’ospedale – spiega il dott. Mauro Zampolini, direttore del San Giovanni Battista – è fondamentale e noi cerchiamo di essere molto attenti. Il taglio dell’erba era già in programma per i prossimi giorni. Purtroppo le recenti piogge hanno velocizzato l’accrescimento creando un’area di eccessiva crescita. Il problema sarà risolto comunque rapidamente e torneremo ad avere le condizioni di accoglienza che il nostro ospedale merita”.

“Peraltro – prosegue il dott. Zampolini – è in embrione un progetto che prevede la valorizzazione della collinetta adiacente all’ospedale per realizzare un piccolo parco per la promozione della salute dedicato all’attività fisica con diversi livelli di difficoltà e accessibile alle persone disabili.

Questo progetto, realizzabile a medio termine, potrebbe costituire un’innovazione del contesto dell’ospedale non solo come luogo di cura ma anche come luogo di promozione della salute.”

“L’azienda sanitaria – dichiara il direttore dell’ospedale di Foligno – mette sempre al primo posto l’accoglienza delle persone. Presto verrà installata una panchina esterna di sosta per l’autobus in modo da poter facilitare la stessa per le persone anziane e persone con problemi di mobilità”.

“La valorizzazione dell’accoglienza – afferma il direttore generale dell’Azienda Usl Umbria 2 dott. Massimo De Fino – è dimostrata dalla recente ristrutturazione, iniziata da due settimane, dell’attività ambulatoriale con specifiche piastre dell’area medica e chirurgica che hanno lo scopo di facilitare i percorsi di cura delle persone con prenotazioni dirette interne e di rendere disponibili le visite e gli esami diagnostici, a partire dai pazienti oncologici”.

“Questo – spiega il direttore generale – ha permesso di aumentare il personale a supporto per facilitare le prenotazioni e i percorsi di presa in carico delle persone che hanno bisogno di accertamenti con prenotazioni dirette senza passare dal medico di medicina generale. Una riorganizzazione i cui frutti si vedranno nell’arco delle prossime settimane. Siamo fortemente impegnati – conclude il dott. Massimo De Fino – per migliorare i processi e la qualità dell’assistenza convinti che l’Ospedale di Foligno, anche con la prossima integrazione con l’Ospedale di Spoleto, continuerà a costituire un polo di rifermento cruciale nella rete regionale”.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.