fedez-si-autocensura-per-soldi:-di-cosa-non-puo-parlare-e-perche

Fedez si autocensura per soldi: di cosa non può parlare e perché

Il caso Fedez al Concertone del 1 maggio e la censura da parte della Rai fanno ancora discutere non poco. Spunta, però, una nuova bomba sul rapper

Fedez e l'autocensura
Fedez (Getty Images)

Esplode un’altra bomba per Fedez. E stavolta, a lanciarla, è ‘L’Espresso’, il settimanale del gruppo Gedi. Il rapper più famoso d’Italia, e dei social soprattutto, è il protagonista di un’inchiesta, che racconta come il marito di Chiara Ferragni si imbavagli da solo, ma per soldi, grazie a dei documenti esclusivi. Nel pezzo, disponibile già da oggi online e che domenica finirà su tutti i banchi delle edicole, si parla anche dei segreti della fashion blogger, che con il suo socio romano arriva fino a Bisignani e Previti, e lo strano andamento dei titoli delle aziende con cui collabora.

Ma andiamo con ordine. Dal palco del primo maggio, Federico Leonardo Lucia ha tuonato a favore della libertà di espressione, accusando la Rai di voler censurare ciò che lui voleva dire. Niente di più vero, se non fosse che, come riportano dall’Espresso, è lui il primo che ‘si limita’, per utilizzare un eufemismo.

LEGGI ANCHE >>> Caso Fedez, arriva la querela dalla Rai! L’annuncio e la reazione del rapper

Fedez e la sua ‘autocensura’: ecco cosa riguarda

Il cantante sul palco del 1° maggio
Il cantante sul palco del 1° maggio (screenshot Instagram)

“Il gruppo Be, suoi azionisti e finanziatori in Doom amministrata dalla mamma Annamaria Berrinzaghi, gli ha imposto di ‘non rilasciare dichiarazioni inerenti al settore bancario e assicurativo che cagionino un danno alla società”, scrivono nell’anteprima. E ancora: se Fedez dovesse interrompere quest’alleanza perderebbe, solo nel 2021, 15 milioni di euro. Il sistema funziona così: il rapper ha il compito di reclutare artisti e addestrarli ai social, poi li coinvolge in spettacoli per le banche e li mette sotto contratto con la sua nuova casa discografica.

Tornando al Concertone (delle polemiche), dall’Espresso scrivono: “Alla festa dei lavoratori del Primo Maggio, quando ha denunciato il bavaglio della Rai, di certo non poteva criticare le politiche sindacali e fiscali di Amazon poiché ne incarna i valori essendo suo ‘ambasciatore’ per 800.000 euro”. D’altronde, Fedez è diventato uno degli uomini di punta della multinazionale di Jeff Bezos, e dopo il successo di ‘Lol’, è pronto a sbarcare con un nuovo format, un documentario stavolta, che riprende la sua famiglia, Chiara Ferragni inclusa, 24 ore su 24. Il titolo? Be’, manco a dirlo: ‘I Ferragnez’. E ora, cosa dirà il rapper? Sui suoi profili social, al momento, tutto tace. Per lo meno, su questo argomento.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *