fials-bologna-sul-piede-di-guerra-per-la-degenza-percorso-fegato-a-bologna-esposto-ai-carabinieri-dei-nas.

Il sindacato FIALS di Bologna scende in campo per difendere la Degenza Percorso Fegato a Bologna. Esposto ai Carabinieri dei NAS: operatori in burnout.

Al Policlinico Sant’Orsola-Malpighi è polemica sulla presunta cattiva gestione della Degenza Percorso Fegato, dove i professionisti sanitari e socio-sanitari sono allo sarebbero allo stremo delle forze. Il sindacato FIALS, tramite una missiva anticipata e sottoscritta dal segretario provinciale di Bologna, Alfredo Sepe, scende in campo per difenderli e annuncia il possibile interessamento dei Carabinieri del Nucleo Anti-Sofisticazione (NAS).

Ecco cosa scrive Sepe nella sua lettera indirizzata al Direttore Generale dell’AOSP.

La FIALS ricorre ai Carabinieri del Nas Per la situazione esplosiva nella Degenza Percorso Fegato del Sant’Orsola, gli operatori sono allo stremo delle forze, vengono sballottati tra i reparti, non prendono l’indennità H24 e l’indennità di terapia intensiva e sub – intensiva.

Ci sono molteplici violazioni sulla turnistica, gli operatori sono sempre in debito orario, rientri e lunghe, mancata conciliazione dei tempi di vita e di lavoro, carichi di lavoro alle stelle, personale senza affiancamento, rincara la dose Alfredo Sepe.

Siamo costretti a richiedere un intervento dei Carabinieri del Nas, visto che la direzione è sorda ai problemi dei lavoratori e continua a spremere il personale, che non riceverà nemmeno un passaggio di fascia , vista la firma si CGIL CILS UIL che aumenta le posizioni organizzative ma diminuisce lo stipendio a chi lavora in Trincea.

Qui in basso in allegato, quanto richiamato in oggetto.

Dott. Alfredo Sepe
Segretario Generale Provinciale Fials Bologna

Degenza Percorso FegatoMI INS Diffida

L’articolo FIALS Bologna sul piede di guerra per la Degenza Percorso Fegato a Bologna. Esposto ai Carabinieri dei NAS. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.