giuseppe-conte-in-arrivo-a-foggia,-pellegrini-gli-scrive:-“grazie-per-quello-che-fai-per-la-capitanata”-–-l'immediato

Giuseppe Conte in arrivo a Foggia, Pellegrini gli scrive: “Grazie per quello che fai per la Capitanata” – l'Immediato

Il senatore Marco Pellegrini ha scritto una lettera indirizzata al presidente del M5S Giuseppe Conte che sarà a Foggia la sera del 14 settembre. Di seguito il contenuto del messaggio rivolto all’ex Premier.

Caro Presidente, la Tua presenza a Foggia è l’ennesimo segnale della grande attenzione che hai avuto per la nostra provincia, sin dal primo giorno in cui sei stato chiamato al prestigioso incarico di Presidente del Consiglio dei Ministri, fino ad arrivare ad oggi, che guidi il Movimento 5 Stelle verso obiettivi sempre più alti. Lo dici sempre, nella nostra azione politica dobbiamo essere ancor più ambiziosi, determinati e rigorosi avendo come unico obiettivo quello di cambiare l’Italia e la Capitanata, per renderle più giuste, più dinamiche, più vivibili, più accoglienti per chi vuole fare impresa e creare lavoro, per chi vuole formare una famiglia e fare figli. 

Caro Presidente, voglio ringraziarti pubblicamente per quello che hai fatto fino ad oggi per la nostra città e la nostra provincia, a partire dal Contratto Istituzionale di Sviluppo di Capitanata (primo in Italia, a cui ne sono seguiti altri), che hai sottoscritto con le istituzioni locali in una calda giornata di agosto del 2019 e che ha fatto arrivare qui investimenti per oltre mezzo miliardo di euro.  Voglio ringraziarti per aver appoggiato, sin dal primo momento, la mia proposta, e di tutto il M5S locale, di istituire a Foggia la Direzione Investigativa Antimafia, che sta dando un enorme contributo al contrasto della feroce criminalità organizzata che affligge questo territorio. Ti ringrazio anche per i 70 milioni di euro che hai fatto giungere a Foggia, per l’ampliamento degli uffici giudiziari e per lo sblocco presso il Ministero delle pratiche per far riaprire il Gino Lisa che erano su un binario morto dal 2013. L’elenco sarebbe lungo, mi limito a fare alcuni esempi. Sono assolutamente certo che se non ti avessero buttato giù con una meschina congiura di palazzo, se ti avessero lasciato proseguire il lavoro che avevi iniziato, oggi avremmo ben altri strumenti di sviluppo e di redistribuzione della ricchezza in grado di dare forza al tessuto economico e produttivo, riducendo in tal modo il disagio sociale che, purtroppo, in alcuni casi costituisce un nutriente pericoloso per la criminalità. Sono assolutamente certo che i cittadini non hanno dimenticato quello che hai fatto per la Capitanata e per il Paese e potrai verificarlo tra poco più di dieci giorni, nelle urne elettorali.

Caro Giuseppe, la nostra comunità ti riconosce come figlio di questa terra, come un cittadino tra i cittadini, capace di parlare un linguaggio diretto, senza fronzoli, senza promesse illusorie tipiche dei parolai della politica. Il popolo di Capitanata attende il 25 settembre per dare un segnale fortissimo a quella politica marcia che ha distrutto le potenzialità di questo territorio, che non è stata capace di opporsi all’infiltrazione mafiosa (e, anzi, a volte ne è stata complice), che ci ha fatto vivere in una condizione di sottosviluppo che i cittadini non meritano, che ha fatto precipitare questa provincia in fondo a tutte le classifiche.  

Il 25 settembre i cittadini della Daunia, con il loro voto, confermeranno la fiducia nei tuoi confronti e, con essa, potremo tutti insieme, finalmente, completare il riscatto di questa terra e raggiungere i traguardi che ci siamo posti.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *