hotel-subasio,-riqualificazione-e-rilancio-con-i-fondi-del-pnrr

Hotel Subasio, riqualificazione e rilancio con i fondi del Pnrr


Dopo la piscina scoperta e il complesso dello Stadio degli Ulivi e dopo il Centro federale di pugilato, anche l’Hotel Subasio si aggiunge alla lunga lista di infrastrutture che sperano nel Pnrr per il rilancio: il cda uscente della casa di riposo Andrea Rossi guidato da Alessio Allegrucci, in qualità di proprietario della struttura, si è interfacciato con il Ministero del turismo per capire se e come poter ottenere – ed eventualmente quanti e per quali interventi – i fondi del Piano nazionale di ripresa e resilienza.

Una strada che perseguirà anche il nuovo cda – quando si insedierà, indicativamente a fine mese; nel frattempo sul sito della casa di riposo sono state rivelate le nomine – guidato dall’imprenditore Giorgio Buini e composto dai membri designati dal sindaco (Manlio Lucentini Manlio, Anna Maria Piccotti e Pietro Ronca), e dal componente designato dalla presidente della Regione Umbria, Simone Pasqualoni, anche segretario della Lega Assisi. Il cda per formalizzare le nomine si svolgerà come detto nei prossimi giorni, ma intanto è stato già intrapreso il cammino di valorizzazione: sul fronte del rilancio dell’Hotel Subasio, oltre ai fondi del Pnrr, c’è anche il protocollo d’intesa di un anno fa tra l Comune di Assisi e la casa di riposo per avviare una collaborazione istituzionale finalizzata alla valorizzazione a rete di immobili pubblici di grande pregio storico-artistico situati lungo itinerari storico-religiosi e ciclopedonali, per favorire, attraverso la mobilità dolce, il turismo lento, la scoperta di territori e destinazioni minori del territorio del Comune di Assisi. Quando sarà il momento, il Demanio aiuterà tra l’altro a stilare un bando per l’affitto della struttura e si occuperà di alcuni aspetti della gestione che per l’Andrea Rossi sono troppo gravosi.

L’articolo Hotel Subasio, riqualificazione e rilancio con i fondi del Pnrr proviene da Assisi News.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.