il-bacaro-–-roma

Il Bacaro – Roma


lunedì 25 Luglio 0:01 – di Redazione

Il Bacaro

Via degli Spagnoli, 27 – 00186 Roma

Tel. 06/6872554

Sito Internet: www.ilbacaroroma.com

Tipologia: tradizionale con spunti creativi

Prezzi: antipasti 10/18€, primi 12/16€, secondi 16/22€, 8€

Chiusura: Lunedì

OFFERTA

Abbiamo deciso di reinserire questo ristorante assente per tante edizioni dalla nostra guida per l’attenzione che ha mostrato nell’ultimo anno alla valorizzazione di piccole cantine vinicole grazie anche agli eventi realizzati alla presenza dei produttori. La prova dei fatti però ha mostrato una cucina per nulla soddisfacente, pretenziosa in alcuni accostamenti e quasi sempre priva di un amalgama fra gli ingredienti. Un vero peccato perché il menù è ben pensato con una predilezione per i piatti di pesce. La nostra esperienza è cominciata con un tris di tartare: tonno con stracciatella e pistacchi (accostamento velleitario), spada con mela verde (prevaricante) e pepe rosa e salmone con pompia (agrume), la migliore delle tre. Fra i primi abbiamo provato i tagliolini alla carlofortina con tonno, pomodorini e basilico, slegati e con il pesce troppo cotto, e altri tagliolini con gambero rosso, stracciata di bufala e pomodoro del piennolo in un gioco di temperature e consistenze del tutto non riuscito. Non è andata meglio con i secondi: i calamari ripieni con porcini e patate viola tartufate avevano la farcia troppo morbida e invadente al sapore con l’effetto di relegare in secondo piano il pesce, mentre il filetto di ombrina su guazzetto di pomodoro agli agrumi e spinaci scontava una cottura errata che rendeva la masticazione tenace e secca. Chiusura con un tiramisù dalla crema troppo compatta e realizzato con Pavesini, seguito da un caffè sottoestratto.

AMBIENTE

Deliziosa l’ubicazione subito dietro Piazza delle Coppelle, capace di regalare un’oasi di tranquillità a due passi dall’animata agorà. L’illuminazione soffusa dei tavoli esterni dà un bel contributo all’atmosfera, anche se sui tavoli avremmo gradito qualche accorgimento in grado di dare luce sui piatti. Piacevole e curata la sala interna, mentre in negativo segnaliamo i tovaglioli in carta.

SERVIZIO

Cortese e ben calibrato nei tempi, è risultato però poco preciso in diversi aspetti quali il non chiedere cosa non andasse in un piatto lasciato quasi intonso (l’ombrina), nel proporre la lista dei vini solo su esplicita richiesta dopo aver proposto una delle etichette presenti e nel descrivere l’olio portato per completare le tartare con “quel giusto apporto di acidità”.

Recensione a cura di: Roma de La Pecora Nera – ed. 2022 – www.lapecoranera.net

Scarica l’app GRATUITA Buon APPetito e troverai oltre 1.000 recensioni indipendenti sui locali di Roma, Milano e Torino

Commenti

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.