Il cardinale Cupich (Chicago) proibisce la recita della Preghiera a san Michele Arcangelo e dell’Ave Maria dopo la Messa

il-cardinale-cupich-(chicago)-proibisce-la-recita-della-preghiera-a-san-michele-arcangelo-e-dell’ave-maria-dopo-la-messa

Guardate questo video. Mostra un sacerdote di Libertyville (Illinois, Usa) mentre al termine della Santa Messa annuncia che il cardinale Cupich, arcivescovo di Chicago, ha ordinato di non recitare pubblicamente alla fine delle celebrazioni la Preghiera a san Michele Arcangelo, perché i fedeli possono recitarla in silenzio, da soli. Inoltre il sacerdote riferisce che gli è stato ordinato di non recitare l’Ave Maria dopo la Messa. Ma il prete la canta un’ultima volta.
Fonte: wdtprs.com