il-cordoglio-per-la-scomparsa-della-maestra-milvia-zoi

Il cordoglio per la scomparsa della maestra Milvia Zoi

Una città in lutto per la scomparsa di Milvia Zoi. A ricordare la maestra, venuta a mancare qualche giorno fa, è stato l’assessore alla cultura e all’istruzione Gabriele Marconcini, con queste parole: “E’ stata innanzitutto una persona che in tanti anni di insegnamento ha contribuito a formare molti nostri concittadini. Si era adoperata energicamente per salvaguardare la collezione di opere d’arte di un’altra donna molto conosciuta in città, Irma Vandi”.

Irma Vandi – artista, scrittrice, poetessa, dialettologa – è deceduta nel 2015, lasciando molte sue opere e documenti agli eredi di famiglia: grazie all’impegno di Milvia Zoi, i parenti decisero di donare il materiale al Comune che si impegnò a renderlo fruibile.

Oltre a diversi dipinti della Vandi, tra le tele donate c’erano le originali opere di Giocondo Boncompagni, pittore (oltre che padre di Irma) che negli anni ’10 lasciò la Valtiberina per trasferirsi a Parigi, dove conobbe artisti come Picasso e Modigliani, con i quali peraltro partecipò a due mostre collettive. Ancora oggi questa mostra permanente si trova a Palazzo Pretorio ed è visitabile su appuntamento.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *