il-perugia-vince-l’ascoli,-goal-pesantissimo-firmato-da-strizzolo

Il Perugia vince l’Ascoli, goal pesantissimo firmato da Strizzolo

Calcio, il Perugia non vince, all'ultimo minuto la Spal pareggia 1-1

di Elio Clero Bertoldi

PERUGIA – Un successo da uomini veri. Per la prima volta, quest’anno, ha avuto un senso l’acronimo dello sponsor “VIM” parola che campeggia sulla maglia e che in latino significa “forza”.

Qualità dimostrata sul campo sia nel carattere, sia nella determinazione, sia nel gioco. Non é stata una vittoria facile o scontata. Anzi i biancorossi hanno dovuto soffrire e sudare sino al fischio finale. Ma proprio per questo il Perugia adesso può guardare con un pizzico di serenità.

Tutti i grifoni comunque hanno fornito una prova rassicurante con punte particolari per Bartolomei, Casasola, Paz (il colombiano é giovane ma roccioso) e Sgarbi.

Nella circostanza gli ospiti sono apparso inferiori e svagati in avanti, poco costruttivo a centrocampo e confusionario in difesa. È comunque rimasto sempre in partita, anche se solo Bidaoui ha chiamato Gori ad un tiro tra i pali.

Curado per Angella, Santoro per Kouan e Strizzolo per Melchiorri con esordio di Bartolomei: questi gli “accorgimenti” di Castori. L’Ascoli si é presentato con Falzerano (ex insieme a Falasco) per Lungoyi.

Subito all’attacco il Perugia, ma la palla più insidiosa la calcia Bidaoui da sinistra al 12′: pronta la deviazione di Gori. Tutto solo, alla mezz’ora, Di Carmine, su imbeccata di Luperini, entrato in area ha concluso a lato un sinistro rasoterra. Risposta di Gondo da breve distanza: Gori devia in corner. Ed ecco il vantaggio biancorosso: Casasola crossa in mezzo dalla destra e Strizzolo, sul secondo palo, al volo di piatto sinistro, non perdona.

L’attaccante Dionisi per Falzerano, il centrocampista Kouan per Strizzolo, le prime mosse al rientro. Bel dialogo tra Casasola e Di Carmine: Baumann si salva mettendo sul fondo. Mentre più tardi (36′) st Giovane libera appena in tempo la propria area. I cambi non mutano la sostanza anche se, sulla spinta dell’orgoglio l’Ascoli cerca di risalire la corrente. Non ci riesce ma merita l’applauso degli oltre mille fan che hanno seguito i loro beniamini.

Perugia-Ascoli 1-0

PERUGIA (3-5-2): Gori; Sgarbi, Curado, Dell’Osso; Casasola, Luperini, Bartolomei, Santoro (17′ Iannoni) Paz; Di Carmine (27′ St. Melchiorri), Strizzolo (27′ St. Kouan) All.: Castori.

ASCOLI (4-3-3): Baumann;Donati, Botteghino, Bellusci, Falasco; Collocolo, Buchel, Eramo; Falzerano, Gondo, Bidaoui. All.: Bucchi.

ARBITRO: Piccinini.

Guardalinee: Tolfo e Di Monte.

Quarto uomo: Madonia,

Var: Dionisi. Avar: Ferrieri Caputi.

MARCATORE: Strizzolo (P) al 42′ pt

AMMONITI: Bartolomei (P), Bellusci (A), Donati (A), Giovane (A), Paz (P), Eramo (A)

NOTE Spettatori 5.680 (di cui 1.086 ascolani). Ang.: 6-2 per il Perugia. Rec.: 0′ pt, 4′ st.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *