Chiama o scrivi in redazione


Il teschio trovato in via Isonzo non è umano, ma di resina con residui calcarei
Foto Cardinali, Corriere dell’Umbria

Il teschio ritrovato in via Isonzo a Foligno martedì scorso non è umano. E’ una riproduzione in resina con residui calcarei è quanto stabilito dalle analisi medico legali. Resta da capire come sia finito lì, forse uno scherzo o chissà che altro. La notizia è riportata dal Corriere dell’Umbria di oggi. Il teschio era di piccole dimensioni e presentava una frattura. Tra le ipotesi al vaglio degli investigatori in un primo momento quella che la corrente avesse trascinato il teschio dalla zona di Uppello – Sassovivo, da dove passa il fosso. Ipotesi che si sono poi rivelate essere non veritiere. La polizia scientifica di Foligno era intervenuta sul posto per rimuovere il teschio che è stato conservato in questi giorni nella camera mortuaria del cimitero di Foligno.