italiano-a-londra,-il

Italiano a Londra, il

‘Emozione anche per me vivere un momento storico’, racconta

(ANSA) – PERUGIA, 09 SET – Un Martini, che la sovrana scomparsa amava bere la sera, sorseggiato al Dukes bar di Londra, in St James place, a ridosso dei palazzi della corona, è il modo con cui Antonio Metastasio, geriatra e psichiatra originario di Terni che da anni vive a Cambridge ha scelto per ricordare e celebrare la regina Elisabetta. “Un’emozione anche per me la sua scomparsa, la sensazione di vivere la storia che stava cambiando. La fine di un’era”, racconta rispondendo all’ANSA.

    Quando è arrivata la notizia della morte della sovrana, Metastasio (che fu tra i primi a partecipare alla sperimentazione del vaccino per il Covid realizzato Oxford-AstraZeneca) stava per partecipare a un evento all’Istituto di cultura italiana a Londra. “Poco prima che cominciasse – ricorda – è arrivata una chiamata dell’ambasciata per annunciare la morte di Elisabetta e tutto è stato sospeso.

    La bandiera è stata subito messa a mezz’asta. Gli italiani hanno reagito prima di tante istituzioni inglesi”.

    “Con il barman Alessandro Palazzi abbiamo quindi deciso di celebrare la regina bevendo il ‘suo’ Martini”, spiega ancora Metastasio, sposato con una gallese e che lavora con il National Health Service. “Ora – dice ancora il medico – dovremo abituarci ad altri cambiamenti, quando ancora non sono passati completamente quelli della Brexit. Dovremo imparare, per fare un esempio, a dire king e non più queen. Elisabetta dava stabilità ma stimo Carlo. E’ una persona molto intelligente e sono certo che farà un buon lavoro. Darà continuità”, conclude Metastasio.

    (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *