la-rivelazione-di-boris-johnson:-“la-bbc-mi-chiese-di-parlare-al-passato-della-regina-elisabetta:-piansi-e-li-cacciai”-–-il-riformista

La rivelazione di Boris Johnson: “La Bbc mi chiese di parlare al passato della Regina Elisabetta: piansi e li cacciai” – Il Riformista

Tre giorni fa l’ultimo incontro: “Era radiosa”

Redazione — 9 Settembre 2022

La rivelazione di Boris Johnson: “La Bbc mi chiese di parlare al passato della Regina Elisabetta: piansi e li cacciai”

Una “confessione personale” raccontata dall’ex primo ministro britannico Boris Johnson nel suo discorso al Parlamento in cui ricorda la regina Elisabetta II, morta l’8 settembre scorso.  Un aneddoto relativo ad alcuni mesi fa concluso con l’ex leader dei conservatori che addirittura cacciò la troupe dell’emittente britannica Bbc.

“Alcuni mesi fa la Bbc venne a trovarmi per parlare di Sua Maestà la Regina. Ci siamo seduti e le telecamere hanno iniziato a registrare” sottolinea Johnson che poi rivela il particolare:  “Quando la Bbc mi chiese di parlare della regina al passato, mi sono semplicemente strozzato e non sono riuscito ad andare avanti. In realtà – racconta – non mi commuovo facilmente fino alle lacrime, ma ero così sopraffatto dalla tristezza che ho dovuto chiedere loro di andarsene. So che oggi ci sono molte persone in questo Paese e nel mondo che hanno vissuto la stessa inaspettata emozione”.

Johnson, che solo tre giorni fa (6 settembre) si era recato dalla Regina a Balmoral prima della neo prima ministra Liz Truss, ha affermato che in quella occasione la trovò “radiosa, ben informata e affascinata dalla politica come sempre”.

“Pensate cosa abbiamo chiesto di essere a quella 25enne tanti anni fa: una persona così affidabile a livello globale che la sua immagine dovesse essere su ogni nostra banconota e francobollo, la persona nel cui nome tutta la giustizia fosse dispensata in questo paese, ogni legge approvata” e oggi – ha concluso l’ex primo ministro – “stiamo arrivando a comprendere con la sua morte la grandezza di ciò che ha fatto per tutti noi”.

Redazione

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *