la-rocca-di-arignano-protagonista-a-terra-madre.-affida-la-sua-locanda-a-uno-chef-sioux-–-le-storie-dei-protagonisti-del-food

La Rocca di Arignano protagonista a Terra Madre. Affida la sua Locanda a uno chef sioux – Le storie dei protagonisti del Food

Sean Sherman firmerà una cena imperdibile

Sabato 24 settembre, in occasione della XIV edizione di Terra Madre, l’evento internazionale di Slow Food con base a Torino, alla Rocca di Arignano arriverà lo chef Oglala Lakota Sioux, Sean Sherman. Negli spazi del ristorante La Locanda della Rocca, situato all’interno del castello medievale riaperto a giugno 2021 a soli 20 km da Torino, si terrà una cena esclusiva, con protagonista un delegato Terra Madre 2022 che in questi anni si è distinto per essersi impegnato a recuperare la cultura e la cucina dei nativi americani, con il suo ristorante Owamni e con l’aiuto di altri chef, con i quali costituisce il gruppo Slow Food Turtle Island Association.

Lo chef ospite.

Sono felice di poter partecipare a una cena di Terra Madre 2022 e sono entusiasta di farlo alla Rocca di Arignano” ha dichiarato lo chef ospite. “Per l’occasione, porterò cibi, storie e sapori indigeni degli Stati Uniti, più che familiari nel nord Italia. Ci saranno mais, pomodori, patate, fagioli, peperoni del Cile, cacao, vaniglia e tante altre materie prime originarie delle comunità indigene del Nord America, che oggi più che mai sta prosperando e rivendicando le proprie abitudini alimentari”.

Il menu.

Cinque saranno le portate del menu che verrà presentato in esclusiva: Zizzania acquatica (anche conosciuta come Wild rice, tipica delle zone dei Grandi Laghi tra Stati Uniti e Canada), “arancini” con funghi affumicati, purè di patata dolce e fragola sottaceto, Coscia d’anatra, fagioli antichi nativi americani, pomodoro arrosto, salvia e tostada (tortilla di mais fritta e croccante), Torta arepa (focaccina di mais) grigliata, cosciotto di agnello, spezzatino di peperoncino verde, mais affumicato e fagiolini e infine il dessert Latte di mais, cioccolato messicano, chaga (fungo superfood che cresce sulla corteccia delle betulle), vaniglia e granella di cacao.

Il costo della cena vini inclusi – la prenotazione è obbligatoria – sarà di 65 € a persona, compreso di visita allo splendido castello che domina la scena nel borgo di Arignano.

Account della redazione del web magazine Foodmakers. Per invio di comunicati stampa o segnalazione eventi scrivere a foodmakersit@gmail.com

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *