la-“xylella”-degli-agrumi-spaventa-il-gargano,-contadini-preoccupati:-“parassita-feroce-distrugge-nostra-oasi”

La “Xylella” degli agrumi spaventa il Gargano, contadini preoccupati: “Parassita feroce distrugge nostra oasi”

Si chiama Aleurodide degli agrumi (Dialeurodes citri) ed è un insetto di origine asiatica che sta attaccando aranci e limoni del Gargano. Copre le foglie, tronco e rami e una fuliggine nera che provoca defogliazione e morte della pianta. Gli agrumicoltori di Rodi, Vico e Ischitella la paragonano alla xylella degli ulivi. Noi oggi siamo stati a Rodi Garganico, nell’oasi agrumaria del Gargano dove abbiamo incontrato il vice presidente del Consorzio agrumario e responsabile di zona di Confagricoltura Foggia, Michele Ricucci.

“È un parassita feroce che sta distruggendo aranci e limoni della nostra oasi. Non riusciamo a contrastarlo in maniera biologica, e in alcune aziende dove è possibile stiamo ricorrendo a trattamenti chimici. Sono due anni che combattiamo contro quella che potrebbe davvero diventare la xylella degli agrumi con conseguenze devastanti per la nostra economia. Solo nella mia azienda – aggiunge Ricucci – ci sono ormai 5 ettari di aranci e limoni non produttivi, e qui da noi non sono pochi con una perdita in termini economici abbastanza alta. Un danno significativo”. Gli agrumicoltori del Consorzio hanno chiesto aiuto alle autorità competenti. “Questa è una emergenza vera e propria che non può più essere sottovalutata. Ce ne stiamo occupando come Confagricoltura e nello stesso tempo ci aspettiamo l’intervento della Regione Puglia che dovrebbe dichiarare lo stato di emergenza”.

Seguici anche su Instagram – Clicca qui

Ricevi gratuitamente le notizie sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.