lega,-valutare-la-richiesta-dello-stato-di-emergenza-–-umbria

Lega, valutare la richiesta dello stato di emergenza – Umbria

Dopo il nubifragio in Altotevere

(ANSA) – PERUGIA, 16 SET – “Siamo di fronte ad una emergenza straordinaria e come tale va contrastata con misure altrettanto straordinarie. Per questo motivo proporremo con un atto formale alla Giunta regionale di valutare la richiesta dello stato di emergenza per le zone dell’Altotevere dell’Umbria presso il Governo centrale, con particolare riferimento ai comuni di Pietralunga e Scheggia e Pascelupo, tra i più colpiti dall’evento atmosferico”. E’ quanto annunciano i consiglieri regionali Lega Manuela Puletti e Valerio Mancini.

    “Esprimiamo vicinanza e solidarietà alle popolazioni dell’Altotevere colpite da un violento nubifragio che dal tardo pomeriggio di giovedì – proseguono, in una nota della Lega – ha interessato i territori al confine tra l’Umbria e le Marche e in particolare i comuni umbri di Pietralunga e Scheggia e Pascelupo. Le notizie che ci giungono anche in queste ore sono molto preoccupanti e tratteggiano la realtà di un territorio gravemente danneggiato dall’alluvione che ha provocato frane, smottamenti e allagamenti in vaste aree del nord dell’Umbria.

    Delle famiglie hanno dovuto abbandonare la propria casa e sono state accolte a passare la notte nella palestra della scuola.

    Chiuse molte strade, parzialmente o totalmente, a causa di frane e smottamenti, ingenti sono i danni alle abitazioni e alle attività economiche. Si susseguono segnalazioni di persone rimaste bloccate nelle automobili o nei garage”.

    Puletti e Mancini rivolgono infine “un sincero ringraziamento ai Vigili del fuoco, alla Protezione civile e a tutti coloro che in queste ore si stanno prodigando per aiutare i cittadini in difficoltà e stanno lavorando per ripristinare i servizi essenziali”. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *