l’equipaggio-di-un-aereo-militare-statunitense-non-e-stato-arrestato-per-le-esplosioni-al-nord-stream

L’equipaggio di un aereo militare statunitense non è stato arrestato per le esplosioni al Nord Stream

L’8 ottobre 2022 su Facebook è stato pubblicato lo screenshot di un articolo intitolato “P-8 Poseidon Crew Arrested in Connection with Nord Stream Explosion” (in italiano, “L’equipaggio del P-8 Poseidon arrestato in connessione con l’esplosione del Nord Stream”). 

Il riferimento è ai danni registrati a fine settembre 2022 dalle infrastrutture realizzate per trasportare in Europa il gas naturale proveniente dalla Russia, denominate Nord stream 1 e 2. Poche ore dopo che i danni erano emersi, un aereo da ricognizione della Marina degli Stati Uniti, P-8A Poseidon, è volato vicino all’oleodotto Nord Stream 2 nel Mar Baltico, come ha riportato Reuters. Un portavoce della marina statunitense aveva dichiarato all’agenzia di stampa che l’aereo stava effettuando un volo di ricognizione di routine nel Mar Baltico «non correlato alle perdite subite dagli oleodotti Nord Stream». Sono ancora in corso le indagini per capire le cause delle esplosioni sottomarine che hanno provocato questi danni.

Il contenuto del post oggetto di analisi veicola una notizia infondata.

La notizia secondo cui sarebbe stato arrestato un equipaggio di un volo della marina militare statunitense in connessione con l’esplosione dei due oleodotti non trova infatti riscontro in nessuna testata e in nessun comunicato delle autorità preposte. 

Inoltre, l’articolo in questione è stato originariamente pubblicato il 7 ottobre 2022 da Real Raw News, sito che nelle proprie info specifica di pubblicare articoli inventati con intenti ironici e satirici. Di questo sito ci siamo occupati in precedenza perché alcuni articoli pubblicati sul Real Raw News sono poi divenuti oggetto di disinformazione (qui, qui, qui, qui e qui).

Clicca qui per iscriverti alla newsletter gratuita di Facta

Ogni sabato mattina riceverai il meglio del nostro lavoro 
 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *