“liberato-e-gennaro-nocerino”:-lo-scoop-sull’identita-del-cantante-napoletano-anonimo

“Liberato è Gennaro Nocerino”: lo scoop sull’identità del cantante napoletano anonimo

Il fenomeno pop

Antonio Lamorte — 26 Luglio 2022

“Liberato è Gennaro Nocerino”: lo scoop sull’identità del cantante napoletano anonimo

Dopo anni di mistero un’altra pista, un’altra ipotesi, forse una scoperta. Liberato è Gennaro Nocerino. La notizia, un potenziale scoop che sta facendo il giro del web è comparsa in un post sull’account Tik Tok dell’utente Alex Valenty – non proprio un influencer considerati gli appena 210 follower. La notorietà dell’account è però destinata a crescere rapidamente: la notizia dell’identità svelata di Liberato ha fatto rapidamente il giro dei media piazzandosi tra le tendenze su Twitter. Il cantante napoletano è stato al centro di una grande attenzione mediatica negli ultimi anni, si è sempre mosso nell’anonimato, coperto da un cappuccio anche nei concerti, accompagnato da sosia.

“Finalmente, dopo anni di congetture e ricerche, svelata l’identità di chi si cela dietro al rapper incappucciato dei record: LIBERATO. Il suo nome è Gennaro Nocerino, ed è stato scoperto grazie al sito della Siae. Il cantautore napoletano in passato era stato accostato a: Livio Cori, Emanuele Cerullo e poi a Wad e infine c’era la leggenda che fosse un carcerato ‘in semi libertà’. In realtà Liberato è il performer Gennaro Nocerino. Adesso via il cappuccio copri volto … Questa volta non ci sono dubbi: Il cantante ‘fantasma’ Liberato non potrà più celarsi dietro Gennaro Nocerino”, il post trionfante dell’account social di The Pipol Gossip che ha rilanciato questa sorta di inchiesta via Tik Tok tutta da verificare.

Alex Valenty ha messo in fila una serie di indizi che definisce “le prove”. Prima delle immagini live di concerti dal vivo di Herr Styler (aka Hot Spell aka Gennaro Nocerino): sostiene che la voce è la stessa di Liberato – è la prova meno convincente. L’account suggerisce quindi di cercare su Google il testo della canzone We Come From Napoli: nella stringa finale degli autori spunta il nome di Gennaro Nocerino. Quindi spiega come nel 2019 sia uscito il progetto Future Romance di Fiorius, Bawrut e Gennaro Nocerino: “Sul sito della SIAE però tra gli autori risultano FIORIUS, BAWRUT (Borut Viola) ma non Gennaro Nocerino. Indovinate chi risulta sul sito SIAE?”. Nocerino secondo la tesi è iscritto alla SIAE come Liberato.

@alexvalenty Gennaro continua a fare grande musica, Liberato ci piace anche a volto scoperto. #liberato #liberato1926 ♬ How to Cure Hangover in April – Herr Styler Remix – K-Conjog

Il video su Tik Tok mette allora in fila altri due indizi: i movimenti sul palco di Nocerino/Hot Spell sarebbero uguali a quelli di Liberato così come sarebbero praticamente identiche le sopracciglia dei due. Alex Valenty già cinque giorni fa aveva pubblicato un contenuto con la scritta “Tana per Liberato”. Nocerino era stato anche tra gli artisti attenzionati dal giornalista Gianni Valentino nel suo libro-indagine Io non sono Liberato, edito da Arcana. Nocerino si era rifiutato di rilasciare dichiarazioni. “Un napoletano nomade”, lo definiva il giornalista, un “compositore estroverso e meteoropatico”, collaboratore di diverse produzioni cinematografiche in Francia, residente a Madrid all’epoca della pubblicazione di Io non sono Liberato.

“Quando militava nel duo Herr Styler era in catalogo per La Tebwa/La Belle Records. Dopo lo sfratto da casa Herr Styler, Nocerino ha ideato il brand Hot Spell e un suo brano, We Are The Ones, è parte della colonna sonora del lungometraggio Louisiana di Roberto Minervini, presentato al Festival di Cannes2015 nella sezione Un Certain Regard”. Nocerino è ideatore della label La Belle con Romain Coulon e Stan Ramsay della Tebwa Entertainment e con Golden Bug. “E proprio sul portale dell’etichetta Tebwa, infine, risultano in catalogo tutte le sei copertine dei singoli pubblicati da LIBERATO […] c’erano una volta le copertine … Perché un giorno di luglio 2018 hanno cancellato la pagina in oggetto”. La notizia della presunta identità svelata ha fatto rapidamente il giro dei media. Lo scoop è entrato subito tra le tendenze sui social network.

Chi è Liberato

Liberato si può definire un vero e proprio fenomeno pop. È cominciato tutto con la pubblicazione, nel febbraio del 2017, con la pubblicazione del video della canzone 9 MAGGIO. Da subito sono chiari ed espliciti i riferimenti: paesaggi napoletani, la SSC Napoli, il mondo ultras, la cultura urban, riferimenti ai neomelodici. Il 9 maggio dello stesso anno esce il secondo singolo con un altro video, diretto dal regista Francesco Lettieri che aveva già diretto la prima clip. Il 9 maggio del 2018 il concerto sul Lungomare di Napoli. Un anno dopo la pubblicazione del primo album omonimo. Il secondo lavoro in studio, Liberato II, è stato pubblicato lo scorso 9 maggio 2022. Solo una settimana fa l’artista anonimo aveva tenuto un concerto interamente filmato al largo di Procida: Miez ‘O Mare. Il mistero non si può dire completamente risolto, la pista incuriosisce.

Giornalista professionista. Ha frequentato studiato e si è laureato in lingue. Ha frequentato la Scuola di Giornalismo di Napoli del Suor Orsola Benincasa. Ha collaborato con l’agenzia di stampa AdnKronos. Ha scritto di sport, cultura, spettacoli.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.