marianna,-oss:-“ma-veramente-noi-operatori-potremo-preparare-e-somministrare-la-terapia-con-la-terza-s?”.

Marianna, OSS: “ma veramente noi operatori potremo preparare e somministrare la terapia con la terza S?”.

Ci scrive Marianna, OSS. Si pone un dubbio: “ma veramente noi operatori potremo preparare e somministrare la terapia con la terza S?”.

Buongiorno Direttore,

vi seguo sempre perché mi tenete costantemente informata sulla mia professione che è l’OSS. Chiedevo se potevate dare più informazioni sull’OSS con la terza S perché nella RSA dove lavoro mancano infermieri e vogliono integrare con questa figura.

Immaginando già di fare oltre il mio di lavoro e di fare anche l’infermiere senza garanzie di sicurezza ed economiche. Le mie colleghe parlano già che possiamo preparare terapie e somministrarle e io per quello che so non si può.

Le informazioni le vorrei passare alle mie colleghe per evitare il caos dei diritti e doveri.

Grazie in anticipo Marianna dalla provincia di Venezia.

Marianna V., OSS

 


 

Carissima Marianna,

il problema è complicato. Per prima cosa l’OSS con tre S o comunemente chiamato Super-OSS o OSS con Formazione Complementare, deve ancora diventare realtà in Veneto. I corsi di formazione dovrebbero iniziare a breve. Il concetto che non passa ancora tra gli Operatori Socio Sanitari è che somministrare terapia e prepararla prima rientra nei compiti dell’Infermiere o, nel caso del Super-OSS, anche dell’Operatore con tre S che può agire solo sotto la supervisione attenta del personale infermieristico. Pensare ad una autonomia completa dall’infermiere ad oggi è solo fantasia. Inoltre, nessuno, come hai già accennato tu stessa, vi tutela dal punto di vista legale e stipendiale. Vale la pena allora diventare Super-OSS? Spero di essere stato chiaro. Continua a seguirci.

Angelo Riky Del Vecchio, Direttore quotidiano sanitario nazionale AssoCareNews.it

Leggi anche:

Oss, vietata somministrazione terapia: si rischia la galera. Pene anche per l’Infermiere.

L’articolo Marianna, OSS: “ma veramente noi operatori potremo preparare e somministrare la terapia con la terza S?”. proviene da AssoCareNews.it – Quotidiano Sanitario Nazionale.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.