Maxi operazione contro la ‘Ndrangheta: sequestri e confische anche in Altotevere

maxi-operazione-contro-la-‘ndrangheta:-sequestri-e-confische-anche-in-altotevere

Una maxi confisca di beni è stata eseguita dai carabinieri in diverse zone del centro Italia anche a Città di Castello, Sansepolcro e Anghiari. Ad essere sottoposti a confisca di primo grado sono stati i beni riconducibili alla cosca ‘Commisso’ di Siderno. L’esecuzione della misura ha riguardato beni, per un valore complessivo di 30 milioni di euro: 13 società operanti nel settore florovivaistico, 36 terreni agricoli, prevalentemente adibiti a vigneti per la produzione di un pregiato vino che doveva essere commercializzato in Canada; 22 abitazioni; 7 locali adibiti ad esercizi commerciali; 21 tra fabbricati e magazzini; 2 alberghi fra cui la Anghiari Residence, in relazione alla quale c’erano già stati due rinvii a giudizio. Ad eseguire le confische i militari del Provinciale di Latina in collaborazione con i comandi territorialmente competenti. I beni sono riconducibili a Vincenzo Crupi, classe 1963 residente in Olanda, attualmente detenuto nella casa circondariale de L’Aquila in regime di 41 bis, esponente apicale della cosca «Commisso», con proiezione extraregionale nelle province di Roma, Caserta ed Arezzo, ma con interessi economico-criminali in Olanda e Canada e di Rocco Crupi, classe 1966, residente in Olanda, di fatto domiciliato a Latina. La misura di prevenzione, è stata coordinata dalla procura distrettuale Antimafia. I settori di attività vanno dal narcotraffico, all’edilizia con infiltrazioni negli appalti pubblici e nel settore sanitario.

Ultime notizie di Cronaca per Altotevere Umbro

Denunce a raffica nel week end: i carabinieri arrestano anche un pluripregiudicato

Maltrattamenti all'asilo: una suora e una maestra d’asilo rinviate a giudizio