medvedev:-monkeypox-in-europa-e-nei-biolab-statunitensi-destano-seria-preoccupazione

Medvedev: Monkeypox in Europa e nei biolab statunitensi destano seria preoccupazione

I casi di infezione da vaiolo delle scimmie in Europa e le attività biologiche militari dei laboratori statunitensi destano grande preoccupazione. Lo ha annunciato oggi, 20 maggio, il vicepresidente del Consiglio di sicurezza (SB) della Federazione russa Dmitry Medvedev in una riunione della commissione interdipartimentale del Consiglio di sicurezza sulla creazione di un sistema nazionale di protezione contro le nuove infezioni.

Ha spiegato che “i casi di infezione degli esseri umani con il vaiolo delle scimmie sono isolati, ma ispirano anche seria preoccupazione”. In totale, il virus è stato recentemente rilevato in almeno 10 paesi. Allo stesso tempo, secondo Medvedev, le attività biologiche militari dei laboratori statunitensi nel territorio dell’ex Unione Sovietica rappresentano una seria minaccia:

“Una minaccia significativa è rappresentata dalla rete dei biolaboratori, che conservano il loro significato e operano in alcuni stati dello spazio post-sovietico. Sono organizzati dagli Stati Uniti. In questi laboratori, sotto forma di ricerca puramente scientifica, continuano attività biologiche militari non del tutto chiare.”

Ha chiarito che questa attività

“è associata alla possibilità di introdurre agenti patogeni di malattie pericolose nel territorio della Federazione Russa”.

“Sebbene gli americani neghino in ogni modo possibile le accuse di questo tipo di attività biologica militare, sfortunatamente ci sono prove di ciò, i fatti dimostrano il contrario”,

ha sottolineato Medvedev. 

“Quindi dobbiamo essere il più attenti possibile a ciò che sta accadendo lì”.

Ha sottolineato che tutte queste minacce

“richiedono di continuare attivamente a lavorare alla creazione di una strategia nazionale che consenta di rispondere rapidamente all’emergenza e alla diffusione di nuove infezioni”. 

Allo stesso tempo, è anche troppo presto per parlare della fine della pandemia, della situazione allarmante con il covid in Cina, della RPDC.

“Ovviamente, la situazione epidemiologica in Russia è migliorata negli ultimi mesi. D’altra parte, è chiaro a tutti che è ancora troppo presto per parlare della fine della pandemia”,

ha detto Medvedev.

Come riportato da EADaily , i funzionari sanitari di tutta Europa stanno correndo per indagare sull’improvvisa comparsa e diffusione di una rara infezione, il vaiolo delle scimmie. Il dipartimento sanitario di Madrid ha osservato che la maggior parte dei casi di sospetto vaiolo delle scimmie a Madrid erano uomini che hanno rapporti sessuali con uomini. Un quadro simile con gli infetti in Gran Bretagna.

Secondo Rospotrebnadzor, negli ultimi giorni sono stati rilevati casi di infezione da vaiolo delle scimmie anche negli Stati Uniti. A questo proposito, il governo degli Stati Uniti ha emesso un ordine per l’acquisto di 13 milioni di vaccini contro il vaiolo. 

In Russia non si registrano casi di vaiolo delle scimmie, il rischio di importare l’infezione nel Paese è valutato basso. Tuttavia, il Vector State Scientific Center for Virology and Biotechnology ha già creato un sistema di test autonomo per identificare possibili casi di infezione da vaiolo delle scimmie.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.