menabo-vino-e-cucina-–-roma-–-secolo-d'italia

Menabó Vino e Cucina – Roma – Secolo d'Italia


16 Set 2022 0:01 – di Redazione

Menabó Vino e Cucina

Via delle Palme, 44/D-E – 00171 Roma

Tel. 06/86937299

Sito Internet: www.menabovinoecucina.it

Tipologia: tradizionale

Prezzi: antipasti 8€, primi 12€, secondi 14/16€, dolci 6/7€

Chiusura: Lunedì. Martedì e Mercoledì a pranzo

OFFERTA

Quest’anno abbiamo trovato in splendida forma la creatura dei fratelli Camponeschi, una delle tavole più interessanti del panorama romano, tanto da sbilanciarci con un bell’incremento di voto. La loro è una cucina che poggia su prodotti selezionati, che si concede pochi vezzi creativi cimentandosi in piatti dai sapori definiti senza che questo vada a scapito dell’equilibrio complessivo. La carta, un foglio A4, è snella e prevede quattro scelte per portata a dei prezzi che meritano un plauso, vista la qualità della proposta. Accolti da una delicata crema di patate e finocchi con paprika affumicata e pane carasau, abbiamo dato il via alla nostra esperienza con un eccellente macco di fave, cicoria e battuto rosso (pomodorini secchi) e con una buona ricotta infornata servita con verdure arrosto ed erbe aromatiche. Convincenti pure i primi provati, dei fusilloni con guanciale, fichi e pecorino e dei mezzi paccheri con agnello e asparagi, deliziosi sebbene privi del promesso zafferano. All’insegna della freschezza il roast-beef di manzo con maionese alla senape, rapano fresco e misticanza, con la carne giustamente rosa; ben cotto pure il petto d’anatra con aceto, ciliegie e patate all’olio, piatto che sarebbe stato perfetto con un fondo più tirato. Meno convincenti i dolci: il tiramisù con biscotto al cioccolato bagnato al caffè lo abbiamo trovato nel complesso buono, ma un po’ slegato e dalla crema un filo compatta, mentre il risolatte con composta di visciole aveva sì i pistacchi, ma non caramellati come scritto in carta, altra variazione rispetto al menù non comunicata. Chiusura affidata ad un caffè correttamente estratto.

AMBIENTE

All’insegna della semplicità, ma molto piacevole, con gli scaffali in legno che accolgono le tante bottiglie della lista e le pareti dell’unica sala per metà azzurre e metà bianche; alcuni coperti sono disponibili pure all’esterno. Corretta la mise en place.

SERVIZIO

Un po’ lento in fase di avvio, ma molto competente e gentile, pronto a venire incontro alle esigenze dell’avventore.

Recensione a cura di: Roma de La Pecora Nera – ed. 2022 – www.lapecoranera.net

Scarica l’app GRATUITA Buon APPetito e troverai oltre 1.000 recensioni indipendenti sui locali di Roma, Milano e Torino

Commenti

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.