messina,-stanca-dopo-una-giornata-di-lavoro-perde-il-controllo-dell’auto:-marika-non-torna-piu-a-casa

Messina, stanca dopo una giornata di lavoro perde il controllo dell’auto: Marika non torna più a casa

Muore a soli 29 anni Marika Buttò. La ragazza stava rientrando a casa dopo una lunga giornata di lavoro. Ma a casa non è mai tornata.
Ennesimo incidente mortale che si è portato via una giovane. La vittima, questa volta, si chiamava Marika Buttò e aveva appena 29 anni. L’incidente si è verificato nel territorio di Patti, in provincia di Messina. L’auto della ragazza è finita fuori strada. Per cause ancora in corso di accertamento, Marika avrebbe perso il controllo della propria autovettura in Contrada Moreri, presso la bretella della A20 di Patti, sfondando il guardrail e volando letteralmente fuori dalla strada. Inutile purtroppo l’intervento dei sanitari: quando la ventinovenne è stata estratta dall’automobile era già morta.Marika era molto conosciuta poiché lavorava in un noto bar della movida messinese. Stava – con ogni probabilità – facendo rientro a casa dopo aver lavorato dal pomeriggio fino a tarda sera nel locale di Patti Marina. Ma nella sua abitazione a Scala di Patti, la ragazza non è mai arrivata: intorno alla una di notte – forse per la troppa stanchezza, forse per il buio – la giovane non è più riuscita a controllare la sua utilitaria, una Lancia Y  che ha perso aderenza ed è uscita dalla carreggiata, finendo la sua corsa contro il guardrail e cadendo poi nel viadotto sottostante. Sul posto, oltre ai soccorritori del 118, sono intervenuti gli agenti della polizia stradale coordinati dal comandante Massimiliano Fiasconaro per fare chiarezza sulle dinamiche che hanno portato alla morte di una ragazza così giovane. Pochi giorni fa, a Viterbo, fa un altro giovanissimo ha perso la vita in un incidente stradale. La vittima si chiamava Federico Gentili e aveva 29 anni, la stessa età della messinese Marika Buttò. Il corpo del povero Federico è rimasto brutalmente schiacciato dal carico di un trattore agricolo che ha travolto la sua automobile. 

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *