no,-boccia-(pd)-non-ha-detto-che-«molti-italiani-non-ci-saranno-piu-il-prossimo-natale»-a-causa-dei-vaccini-anti-covid-19

No, Boccia (Pd) non ha detto che «molti italiani non ci saranno più il prossimo Natale» a causa dei vaccini anti Covid-19

Il 27 maggio 2021 su Facebook è stata pubblicata un’immagine composta da una foto del deputato del Partito democratico Francesco Boccia e da una sua presunta dichiarazione: «Molti italiani non ci saranno più il prossimo Natale». L’immagine è accompagnata da un commento, scritto da chi ha pubblicato il contenuto su Facebook: «La prima grande ondata di morti avverrà dopo 6-8mesi dalla prima inoculazione della terapia genica sperimentale mRNA. 💉 Mi sa che qualcun altro lo sapeva già…». Secondo l’autore del post, quindi, la frase di Boccia sarebbe legata a presunte morti che dovrebbero verificarsi dopo la vaccinazione anti Covid-19.

Questo è un contenuto fuorviante che veicola una notizia falsa.

La frase di Boccia, citata nel post oggetto della nostra verifica, è parte di una dichiarazione più ampia rilasciata il 23 novembre 2020 dall’allora ministro per gli Affari regionali e le autonomie del governo Conte II alla trasmissione Rai La vita in diretta. Frase che non c’entrava nulla con i vaccini anti Covid-19 (che a novembre in Italia non erano stati ancora approvati dagli enti di controllo). 

Durante la trasmissione (qui dal minuto 1:00:05), Boccia aveva dichiarato: «Se posso permettermi, un ultimo appello. Non perdiamo il senso di comunità. Molti italiani non ci saranno più nel prossimo Natale, ma il senso di comunità è quello che è venuto fuori nella prima ondata che ci ha consentito anche di dimostrare che il paese ha una capacità di reazione molto forte. E questo deve far riflettere tanti di noi. So che è dura: per le famiglie, per i ragazzi che vanno a scuola, per gli operatori sanitari, per tutti quanti noi, però dobbiamo reggere ancora questo mese. Sono sicuro che ne usciremo più forti di prima. Ma non dobbiamo farci rovinare il senso di comunità che fa dell’Italia il paese eccezionale che è». 

L’allora ministro, quindi, con il suo intervento, aveva invitato i cittadini italiani a non perdere il senso di comunità nonostante le gravi difficoltà nel paese legate alla pandemia di Covid-19. I vaccini non c’entravano nulla. La dichiarazione di Boccia era stata ripresa anche da diversi media all’epoca (qui, qui e qui).

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *