non-ci-sono-prove-che-i-vaccini-contro-la-covid-19-abbiano-causato-aborti-spontanei

Non ci sono prove che i vaccini contro la Covid-19 abbiano causato aborti spontanei

L’8 giugno 2021 la redazione di Facta ha ricevuto la richiesta di verificare un’immagine pubblicata su Instagram il 4 giugno 2021 che mostra lo screenshot del titolo di un articolo in lingua inglese intitolato “920 donne perdono i loro bambini non ancora nati dopo essere state vaccinate”. L’articolo da cui proviene lo screenshot è stato pubblicato dal sito The True Defender il 4 giugno 2021. L’immagine a noi segnalata è accompagnata da un testo in cui si sostiene che i dati dello screenshot provendano dal Regno Unito e che, d’altra parte, episodi simili si siano verificati anche negli Stati Uniti dove ci sarebbero stati 571 aborti spontanei correlati ai vaccini anti-Covid, documentati dal database di sorveglianza vaccinale statunitense Vaers

Non ci sono prove che i vaccini contro la Covid-19 abbiano causato gli aborti spontanei di cui si parla, né se questi siano tutti effettivamente avvenuti. Andiamo con ordine.

Come discusso a inizio giugno 2021 dai colleghi fact-checker di Lead Stories, né l’articolo né il post oggetti di verifica forniscono alcuna fonte a supporto dei presunti 920 aborti spontanei che, stando al titolo, sarebbero avvenuti dopo le vaccinazioni contro la Covid-19 nel Regno Unito. L’articolo in realtà discute i dati del database statunitense di sorveglianza vaccinale Vaers, sostenendo che «395 donne hanno riportato di aver perso il loro bambino non ancora nato come risultato della vaccinazione contro la Covid-19». Il numero riportato è quindi diverso rispetto ai 571 presunti casi riportati su Instagram a commento dell’immagine. 


Il conteggio proviene da OpenVaers, sito gestito da un «un piccolo gruppo di genitori di bambini danneggiati dai vaccini» che preferisce restare anonimo allo scopo di rendere più facilmente consultabili i dati Vaers sugli eventi avversi riportati per i vaccini contro la Covid-19. Come riportato da NewsWeek, il sito priva i dati del contesto necessario per interpretarli, ovvero del fatto che non è detto che gli eventi avversi siano realmente avvenuti né che siano dovuti effettivamente al vaccino. In ogni caso non è chiaro se il numero riportato da OpenVaers sia accurato: la redazione di Facta ha effettuato una ricerca sul database Vaers sulle segnalazioni relative ai vaccini contro la Covid-19 e, al mezzogiorno dell’8 giugno 2021, ha trovato 439 eventi segnalati su un totale di 467 eventi relativi all’aborto. 

Screenshot della ricerca effettuata sul database Vaers l’8 giugno 2021 per eventi avversi relativi all’aborto segnalati dopo la somministrazione dei vaccini contro la Covid-19. 

A prescindere dalle discrepanze tra le cifre, come abbiamo spiegato ripetutamente (e come riporta anche il database stesso) gli eventi avversi riportati da Vaers o altri sistemi di sorveglianza non sono necessariamente correlati al vaccino. Per esempio la stragrande maggioranza dei decessi segnalati al sistema dopo i vaccini contro la Covid-19, non è stata in realtà collegata ad esso. Ricordiamo poi che non c’è alcuna garanzia che tutti gli eventi avversi riportati all’interno database Vaers siano reali, come testimonia questo caso di una falsa segnalazione.

I nostri colleghi fact-checker di Afp hanno contattato i Centers for Disease Control (Cdc) statunitensi, che tra le altre cose amministrano il database Vaers, che hanno confermato che «non c’è alcun indizio di un aumento di aborti spontanei dopo i vaccini contro la Covid-19». Interpellato da Afp, il virologo Benjamin Neuman – professore associato all’Università A&M del Texas – ha affermato che, al febbraio 2021, non era noto alcun rapporto tra i vaccini e la riproduzione umana. È bene ricordare infine che l’aborto spontaneo è un evento comune e interrompe, negli Stati Uniti, tra il 10 per cento e il 20 per cento di tutte le gravidanze.

In conclusione, la cifra di 920 interruzioni spontanee di gravidanza in seguito ai vaccini contro la Covid-19, riportata nel post oggetto della nostra verifica, non è supportata da alcuna fonte. È vero che nel database di sorveglianza vaccinale statunitense Vaers sono stati riportati oltre 400 casi di aborto spontaneo avvenuti dopo la vaccinazione contro la Covid-19, ma al momento non c’è alcuna prova di una correlazione tra i vaccini e questi eventi, che non sembrano avvenire in numero superiore al normale nelle donne vaccinate.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *