novita-in-libreria-/-quella-contesa-tra-gesu-e-il-demonio.-e-la-necessita-di-scegliere

Novità in libreria / Quella contesa tra Gesù e il demonio. E la necessità di scegliere

Cari amici di Duc in altum, ricevo dalla casa editrice Chorabooks questa segnalazione che volentieri condivido. Riguarda l’ultimo libro di padre Giovanni Cavalcoli, Il progetto del demonio. La prospettiva di Satana e quella di Gesù Cristo.

*** 

Ognuno di noi, come ci rivela la Bibbia e possiamo sperimentare in ogni momento, per tutta la vita è oggetto di attenzione e d’interesse da parte di due persone invisibili, la cui presenza viva e operante avvertiamo tuttavia nell’intimo della nostra coscienza.

L’intelletto e la coscienza sono in grado di riconoscere le due persone e valutarle. Esse a volte ci piacciono e a volte ci infastidiscono, a volte ci attirano e a volte ci ripugnano. A noi la scelta di ascoltarle o no. Di certo, si contendono senza sosta il nostro plauso e il nostro destino, assicurandoci di guidarci verso la felicità. Di qui la necessità di prendere posizione, vagliare, discernere, esaminare e valutare.

Chi sono queste due persone? Una è Gesù Cristo, l’altra è il demonio. E di questo continuo confronto parla l’ultimo libro di padre Giovanni Cavalcoli Il progetto del demonio. La prospettiva di Satana e quella di Gesù Cristo (Chorabooks).

La via del paradiso è la via accidentata, scomoda e stretta di Gesù Cristo: l’altra via, quella del demonio, è larga e piacevole, ma conduce dritta all’inferno. Coloro che scelgono Cristo sono i figli di Dio; gli altri sono i figli del diavolo.

Si potrebbe chiedere: ma non siamo tutti fratelli? E come mai queste differenze? È possibile? Sì, certo, siamo tutti fratelli, ma non tutti amano tutti gli altri e purtroppo esiste l’odio anche tra fratelli. La realtà è che Cristo stimola all’amore, Satana all’odio. In fin dei conti si tratta di scegliere: o Dio o contro Dio; o Cristo o contro Cristo. Tertium non datur.

“È dunque chiaro – spiega padre Cavalcoli – che tutto questo mio discorso presuppone l’esistenza del demonio come persona, con la quale posso interloquire. Il demonio, quindi, non è, come alcuni credono, un’immagine mitologica della potenza del male, ma, come tutte le religioni sanno, ed è confermato dal dogma cristiano (Concilio Lateranense IV del 1215), è un soggetto spirituale che spinge l’uomo al male o lo tormenta”.

E non dimentichiamo, raccomanda l’autore, che chi non crede all’esistenza del diavolo è proprio colui che maggiormente si trova esposto al suo influsso. Chi non si difende da Satana non si salva: è condotto all’inferno.

* * * * *

Cari amici di Duc in altum, è disponibile il mio nuovo libro: La trave e la pagliuzza. Essere cattolici “hic et nunc” (Chorabooks).

Uno sguardo sulla situazione della Chiesa cattolica e della fede. Senza evitare gli aspetti più controversi e tenendo conto dell’orizzonte dei nostri giorni, segnato dalla vicenda del Covid. Un diario di viaggio in una realtà caratterizzata da profonde divisioni, ma con la volontà di costruire, non di distruggere. E sapendo che il processo di conversione riguarda tutti, a partire da se stessi.

Il volume prende in esame questioni disparate (dal Concilio Vaticano II al pontificato di Francesco, dalla vita spirituale in regime di lockdown alle vicende vaticane, dal great reset alle questioni bioetiche) ma con un filo conduttore: l’amore per la Chiesa e la Tradizione, unito a una denuncia chiara sia delle derive moderniste sia delle nuove forme di dispotismo che limitano o negano le libertà fondamentali.

* * * * *

Sei un lettore di Duc in altum? Ti piace questo blog? Pensi che sia utile? Se vuoi sostenerlo, puoi fare una donazione utilizzando questo IBAN:

IT65V0200805261000400192457

BIC/SWIFT  UNCRITM1B80

Beneficiario: Aldo Maria Valli

Causale: donazione volontaria per blog Duc in altum

Grazie!

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *