papa-francesco:-“se-mi-dimetto-saro-vescovo-di-roma-e-lascerei-il-vaticano”

Papa Francesco: “Se mi dimetto sarò vescovo di Roma e lascerei il Vaticano”

“Non tornerei in Argentina, confesserei i fedeli come un semplice prete”

Vito Califano — 12 Luglio 2022

Foto Vatican Media/LaPresse 03 luglio 2022 Città del Vaticano cronaca L’Angelus della domenica del Santo Padre Francesco in piazza San Pietro DISTRIBUTION FREE FO CHARGE – NOT FOR SALE
Foto Vatican Media/LaPresse 03 luglio 2022 Città del Vaticano cronaca L’Angelus della domenica del Santo Padre Francesco in piazza San Pietro DISTRIBUTION FREE FO CHARGE – NOT FOR SALE

Se proprio un giorno dovesse dimettersi Papa Francesco si farebbe chiamare “vescovo di Roma emerito e non Papa emerito” e non vivrebbe in Vaticano. Tutto diverso dal suo predecessore Benedetto XVI. Detto ciò, non è nelle intenzioni del Santo Padre lasciare. Lo ha precisato lui stesso in un’intervista alla messicana TelevisaUnivision. Le sue parole all’intervista aprono, o almeno non escludono, sicuramente fanno pensare, a un provvedimento legislativo che definisca un quadro di regole per la fattispecie.

È da mesi che circolano le voci di dimissioni del Pontefice, alimentate dai suoi problemi di salute, puntualmente smentite. Bergoglio ha dichiarato che le dimissioni dalla carica dovrebbero essere “delineate un po’ meglio, rese più esplicite”. Ad ogni modo lui non indosserebbe più la talare bianca, non vivrebbe in Vaticano e neanche tornerebbe in Argentina. Forse vivrebbe a San Giovanni in Laterano.

“Se sopravvivo dopo le dimissioni, vorrei confessare e andare a vedere i malati” come un prete qualsiasi. Papa Francesco ha ammesso dolori al ginocchio, che lo fanno sentire un poco “sminuito”, ma che mai quel problema lo ha fatto pensare alle dimissioni. Ha riconosciuto che “se vedo che non posso o mi faccio male o sono un ostacolo” confida nell’”aiuto” per prendere la decisione di ritirarsi. Già nel 2014 Bergoglio aveva spiegato come Benedetto XVI con il suo gesto avesse “aperto una porta, la porta dei papi emeriti” e se “un vescovo di Roma sente le forze venir meno, credo debba farsi le stesse domande di Benedetto.

A confermare che da tempo in Vaticano si pensa alla questione delle dimissioni erano state le parole del Cardinale canonista Giuseppe Versaldi, prefetto emerito della Congregazione per l’Educazione cattolica. “Sono d’accordo con Papa Francesco, credo che sarebbe necessario ordinare giuridicamente l’ipotesi di dimissioni del Papa, che ormai non sono più impossibili. La prima volta non c’era un ordinamento, ma è andata bene perché Benedetto l’ha gestita bene. Ma non si può lasciare scoperta dal punto di vista istituzionale una tale ipotesi in futuro”.

Giornalista. Ha studiato Scienze della Comunicazione. Specializzazione in editoria. Scrive principalmente di cronaca, spettacoli e sport occasionalmente. Appassionato di televisione e teatro.

© Riproduzione riservata

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.