pd,-su-usca-ennesimo-scempio-sanitario-giunta-umbra

Pd, su Usca ennesimo scempio sanitario Giunta umbra

Per consiglieri regionali “piano superamento è naufragato”

(ANSA) – PERUGIA, 07 LUG – “In queste ore l’amministrazione Tesei sta compiendo l’ennesimo scempio sanitario. È dunque urgente che i responsabili del mondo della sanità regionale riferiscano quantomeno in Commissione sul tema delle Usca”: lo dichiarano i consiglieri regionali del gruppo Pd all’Assemblea legislativa, Simona Meloni, Michele Bettarelli, Tommaso Bori, Fabio Paparelli e Donatella Porzi.

    “Il piano di superamento delle Usca, così come avevamo ampiamente previsto da giorni – sostengono gli esponenti del Partito democratico -, è già letteralmente naufragato perché i medici, uno dopo l’altro, stanno disertando in massa la firma dei nuovi contratti, con la conseguenza che il sistema di gestione domiciliare dei pazienti Covid è ormai fuori controllo.

    Dalle interlocuzioni avute con il mondo della sanità regionale risultano condizioni economiche e operative irricevibili e perfino scarsa attenzione ai temi della sicurezza e del contenimento del virus. Emerge anche una grande preoccupazione per il fatto che i medici che confluirebbero nelle nuove Uca, visiterebbero a domicilio i pazienti Covid per poi proseguire con l’attività di guardia medica in ambulatorio o in reparto, correndo il rischio di amplificare la trasmissione del virus.

    Nella seduta del Consiglio regionale prevista per martedì prossimo proporremo un ordine del giorno a tutte le forze politiche, affinché la Giunta regionale sia chiamata a riconsiderare la scelta della chiusura delle Usca, e, conseguentemente, a stabilirne la proroga fino a fine anno, così come è stato fatto in Sardegna e in Emilia Romagna. Riteniamo che – concludono i consiglieri del Pd – al di là degli schieramenti politici, per chi ha un minimo di buon senso, il ripristino delle Usca sia la sola cosa da fare prima che la situazione sfugga definitivamente di mano”. (ANSA).

   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.