piu-che-poltrone,-idee-che-diventano-azioni

Più che poltrone, idee che diventano azioni

ABBONATI A CULTURAIDENTITÀ

Nel maggio 2014, nella mia breve e appassionata parentesi di responsabile Cultura di Forza Italia, durante una conferenza stampa con il presidente Berlusconi mettemmo l’accento su come la nostra parte politica, dal dopoguerra, avesse lasciato alla sinistra l’egemonia in campo culturale. Fu un mea culpa storico dell’ex leader del centrodestra, da oltre 40 anni considerato il più importante editore culturale in Italia. Da anni ho immolato la mia carriera artistica in questa direzione, cercando di far capire ai nostri politici di riferimento come questa tendenza dovesse cambiare. L’ho fatto sul campo, prima con i miei spettacoli teatrali, poi fondando un mensile cartaceo, CulturaIdentità ed ora con la rete degli oltre 100 Comuni delle Città Identitarie e con i festival che ne invadono le piazze. Perché costruire contenitori dai quali lanciare un nuovo immaginario simbolico è il compito di noi artisti ed intellettuali. Credo che questo sia più interessante e costruttivo che chiedere poltrone in Parlamento.

CONTINUA A LEGGERE L’ARTICOLO SU ILGIORNALE.IT.

ABBONATI A CULTURAIDENTITÀ

L’articolo Più che poltrone, idee che diventano azioni proviene da CulturaIdentità.

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.