queste-affermazioni-di-sara-cunial-su-efficacia-e-tossicita-dei-vaccini-sono-false

Queste affermazioni di Sara Cunial su efficacia e tossicità dei vaccini sono false

Il 26 maggio 2021 il profilo Facebook dell’onorevole Sara Cunial, deputata del Gruppo Misto alla Camera, ha pubblicato un post intitolato «Ciò che dite sui vaccini non è scritto da nessuna parte! (e lo sapete!)». Il post amplia l’intervento dell’onorevole Cunial durante la seduta della Camera del 25 maggio 2021, disponibile online (dal minuto 3:26:19). In quell’occasione la deputata doveva rispettare le tempistiche imposte dal luogo, mentre su Facebook ha dato ampio spazio al suo pensiero e, nel dettaglio, Cunial ha fatto due principali affermazioni: la prima è che i vaccini contro la Covid-19 non sono in grado «né di coprirci dall’eventuale contagio successivo né dall’eventuale trasmissione»; la seconda è che «i vaccini contengono proprio l’elemento che sta uccidendo le persone», in riferimento alla proteina Spike  che i vaccini fanno produrre all’organismo umano e che, secondo Cunial, causerebbe tanto i sintomi della Covid-19 quanto gli eventuali danni da vaccino. 

Si tratta in entrambi i casi di affermazioni false. Andiamo con ordine.

In primo luogo, sebbene sia vero che all’inizio della campagna vaccinale non c’erano prove che i vaccini fossero capaci di impedire l’infezione asintomatica e la trasmissione del virus Sars-CoV-2, oggi sappiamo che le cose stanno diversamente. Numerosi dati indipendenti oggi suggeriscono fortemente che i vaccini possono ridurre significativamente, anche se non del tutto (dal 40 al 70 per cento circa, a seconda degli studi) la probabilità di infezione e quindi di trasmissione del virus.

Per quanto riguarda la tossicità della proteina Spike, come avevamo già discusso su Facta, è vero che esistono studi secondo cui una parte dei danni causati dalla Covid-19 potrebbe essere collegata alla proteina Spike, ma anche se tali studi fossero confermati la quantità di Spike prodotta dai vaccini è molto piccola rispetto a quella prodotta dal virus Sars-CoV-2 e persiste nell’organismo al massimo per pochi giorni. In ogni caso sappiamo che i vaccini, lungi dal causare patologie se non in casi estremamente rari, stanno dimostrando un’eccellente efficacia nella riduzione di malattia grave, ricoveri e decessi, come si vede dai dati di vari Paesi tra cui l’Italia

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *