reggio-calabria:-“non-sapete-neanche-cosa-state-votando”,-il-centrodestra-lascia-il-consiglio-comunale

Reggio Calabria: “non sapete neanche cosa state votando”, il Centrodestra lascia il Consiglio Comunale

pef centrodestra consiglio comunale lascia l'aula

“La convocazione straordinaria non ci ha dato il tempo di valutare tutti i documenti, chiediamo un rinvio del Consiglio comunale per poter valutare tutto con calma e attenzione”, ha affermato Minicuci prima di lasciare l’aula. La risposta del Consigliere Sera: “nessun aumento sulle aliquote Tari”

Le polemiche dei giorni scorsi sul Pef (Piano Economico e Finanziario) sono proseguite anche oggi nel corso della seduta urgente del Consiglio Comunale di Reggio Calabria. Dopo le critiche avanzate da Angela Marcianò, è stato Antonino Minicuci a sollevare pesantemente la questione. “La convocazione straordinaria non ci ha dato il tempo di valutare tutti i documenti, chiediamo un rinvio del Consiglio comunale per poter valutare tutto con calma e attenzione”, ha affermato il Consigliere, ponendo la questione pregiudiziale, che secondo il regolamento prevede una votazione palese dei presenti su una richiesta specifica.

La votazione per alzata di mano ha dato ragione alla maggioranza, cosicché Minicuci a quel punto ha affermato: “presidente, noi abbandoniamo l’aula, non ci sono i presupposti per continuare a discutere su atti che vanno ad incidere sul benessere dei cittadini. Non sappiamo se ci saranno eventuali aumenti, non abbiamo potuto calcolare nulla, e nemmeno voi sapete quello che andata a votare. Buona fortuna, arrivederci”. A queste parole tutti i Consiglieri di opposizione, ad eccezione di Saverio Pazzano hanno lasciato l’aula.

Molto critico per questa reazione il Consigliere Giuseppe Sera, che richiama Minicuci. “Sul Pef – sottolinea il Capogruppo del Pd – , come dalle settimane precedenti, le idee che state presentando sono squallide. In una Commissione non avete fatto una proposta, state facendo una questione di metodo, il regolamento è stato rispettato. Alla domanda di Ripepi c’è stata una risposta precisa del direttore generale che ha redatto come ente validatore del Pef: ‘ci sarà un aumento dell’aliquota Tari per i cittadini? Non ci sarà alcun aumento’, quindi non bisogna dare informazioni false. E’ per essere chiari alla gente. Ringrazio tutti gli assessori e ai dirigenti che hanno lavorato anche sabato e domenica per risolvere questi punti. Siamo per l’equità sociale, solo pagando tutti si pagherà di meno”.


Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.