sciopero-30-maggio:-contingenti-minimi-solo-per-il-personale-ata,-non-per-i-docenti

Sciopero 30 maggio: contingenti minimi solo per il personale ATA, non per i docenti

Sciopero

Lunedì 30 maggio sarà sciopero scuola indetto da Flc Cgil, Cisl Scuola, Uil Scuola, Snals Confsal e Gilda degli Insegnanti, a cui si è aggiunto Anief. In vista dell’azione di sciopero ricordiamo che i contingenti minimi sono previsti solo per il personale ATA

Contingenti minimi

La Legge 146/90 prevede che in caso di sciopero nei servizi pubblici essenziali (tra cui la scuola) il Dirigente del servizio (il Dirigente scolastico) formi un gruppo minimo (contingente) di lavoratrici e lavoratori che non sciopera per garantire le prestazioni indispensabili (o servizi minimi). Nella scuola si formano contingenti solo per il personale ATA o gli educatori di convitti o educandati e solo in determinate circostanze. Non è previsto alcun contingente per i docenti. 

I servizi indispensabili da assicurare in caso di sciopero sono previsti e individuati dall’Accordo sulle norme di garanzia dei servizi pubblici essenziali e sulle procedure di raffreddamento e conciliazione in caso di sciopero del comparto Istruzione e ricerca, sottoscritto il 2 dicembre 2020 e attuativo appunto della L 146/90. Il Dirigente non può prevederne altri. Sono servizi essenziali solo alcune attività che si svolgono a scuola in particolari momenti dell’anno (es. “le attività dirette e strumentali riguardanti gli scrutini e gli esami finali”) o in particolari istituzioni scolastiche (es. l’allevamento del bestiame nell’azienda agraria di un istituto tecnico agrario). 

Sciopero scuola 30 maggio: adempimenti, modalità di adesione e procedure. Cosa c’è da sapere

Related Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.